rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Elezioni

Elezioni politiche, i candidati del terzo polo (Azione-Italia Viva) in Abruzzo

Ufficializzati i nomi di coloro che saranno in corsa alle elezioni del prossimo 25 settembre

Presentati ufficialmente anche i candidati e le candidate del terzo polo (Azione e Italia Viva) in Abruzzo.  
La presentazione, come riferisce l'agenzia Dire, è avvenuta nella sala consiliare del Comune di Pescara.

«Si è preferito interrompere un percorso autorevole ed efficiente, come quello tracciato dal governo Draghi, per seguire i propri interessi e costringere gli italiani a una campagna elettorale "sotto l'ombrellone"», si legge in una nota congiunta di Azione e Italia viva, «non potevamo, tuttavia, non accettare la sfida e abbiamo costituito un terzo polo, indicando come "front runner" il ledaer di Azione, Carlo Calenda, e proponendo un programma in linea con quanto di positivo stava facendo il premier Mario Draghi per l'Italia. Progetti su lavoro, sanità, infrastrutture ed energia. Non solo cose da fare, ma anche come farle».

I candidati sono, nel plurinominale alla Camera: Giulio Cesare Sottanelli; Roberta Dell'Aguzzo; Riccardo Giampiero; Massimina Erasmi. All'uninominale alla Camera Collegio Pescara/Teramo: Roberto Quercia. Collegio Chieti: Gaetano Luigi Fuiano; Collegio L'Aquila/Teramo Emanuela Pistoia. Plurinominale al Senato: Camillo D'Alessandro; Nausicaa Cameli; Alfredo Chiantini. Uninominale Senato: Gianfranco Giuliante. 

«Chiediamo un voto alla serietà e al buon governo», dice il capolista nel plurinominale alla Camera, Giulio Sottanelli, «puntando l'attenzione allo sviluppo e alla crescita nel solco di quanto già indicato dal governo Draghi nel Pnrr, un'occasione irripetibile, anche per l'Abruzzo, umiliato ulteriormente dal centrodestra, e in particolare da Fratelli d'Italia che dopo averci portato da Roma un presidente di Regione, per le politiche propone nelle liste ben tre catapultati da fuori Abruzzo, mentre la Lega ripropone il solito economista evidentemente poco appetibile perfino nella sua Firenze».
«Ci sono due Italie, quella dei soliti litigi tra centrodestra e centrosinistra, incapaci di avanzare proposte che possano garantire al nostro Paese benefici da qui a lungo termine, e l'Italia di Draghi», commenta il capolista nel plurinominale al Senato, Camillo D'Alessandro, «quella che ha recuperato autorevolezza nello scenario internazionale e che ha posto le basi per una serie di riforme indispensabili per gli italiani. Noi stiamo con questa Italia che ha l'ambizione di rompere gli schemi stucchevoli del bipolarismo malato».

presentazione candidati terzo polo abruzzo-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche, i candidati del terzo polo (Azione-Italia Viva) in Abruzzo

IlPescara è in caricamento