rotate-mobile
Elezioni

L'assessore Liris e il consigliere Testa andranno in Parlamento, cambiano giunta e consiglio regionale

Con l'elezione al Senato e alla Camera dell'assessore regionale Guido Quintino Liris e del consigliere Guerino Testa cambi obbligati anche per la giunta Marsilio e per il consiglio regionale

L'esito delle elezioni politiche porta anche a cambiamenti nella giunta e nel consiglio regionale.
Infatti, come riferisce Ansa, dei 7 esponenti regionali che si erano candidati, tutti del centrodestra, due hanno ottenuto un seggio in Parlamento e dovranno dunque lasciare l'incarico.

Sono entrambi di Fratelli d'Italia e si tratta dell'aquilano Guido Quintino Liris, assessore regionale con deleghe importanti come Bilancio, Personale, Sport e Patrimoni, eletto al Senato, e del pescarese Guerino Testa alla Camera.

I due erano stati candidati in collegi blindati. Dunque cambia qualcosa anche nel consiglio regionale e in giunta sarà necessario un rimpasto per sostituire Liris. Anche se Marsilio sembra avere le idee chiare: «Sono allergico a parole come rimpasto, sarà sostituito un assessore, Guido Liris, ma l'assetto non cambia, non voglio perdere tempo con le alchimie e il politichese, da domani la giunta torna al lavoro». E oggi è in programma una seduta del consiglio regionale. Al posto di Testa entra Leonardo D'Addazio, che nel 2019 aveva collezionato 791 voti. Al posto di Liris diventerà consigliere regionale effettivo il meloniano Mario Quaglieri, eletto nella Marsica, finora subentrato allo stesso Liris diventato assessore. E per Quaglieri, presidente della Commissione Sanità, ci potrebbe essere il doppio salto, visto che potrebbe sostituire Liris nell'esecutivo. A quel punto, il capo di gabinetto della Giunta Marsilio, Massimo Verrecchia, dirigente di Fdi di Avezzano, farebbe il suo ingresso in consiglio. Anche se, a tale proposito, si farebbe largo un'altra ipotesi per non far perdere all'Aquila un consigliere diventato poi assessore, appunto Liris, vicino a Marsilio: soprattutto per volere del sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, ci potrebbe essere un rimpasto per liberare il posto da assessore esterno, attualmente occupato da Daniele D'Amario (Fi), per riservarlo a un aquilano di Fdi.
Gli altri candidati sono stati Lorenzo Sospiri, presidente del consiglio regionale abruzzese, di Forza Italia, che ha sfiorato l'elezione; Vincenzo D'Incecco, capogruppo della Lega; Simone Angelosante, di Valore Abruzzo federato con Fi con cui si è presentato alla Camera; Sabrina Bocchino, consigliere regionale della Lega, e lo stesso Daniele D'Amario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Liris e il consigliere Testa andranno in Parlamento, cambiano giunta e consiglio regionale

IlPescara è in caricamento