rotate-mobile
Elezioni

Regionali, totale fiducia della segretaria nazionale del Pd Elly Schlein a D'Amico: "Candidatura solida e credibile"

Prima tappa del tour in Abruzzo per la Schlein in vista delle regionali del 10 marzo. Diversi gli appuntamenti nella Marsica per lei che sul candidato del Patto per l'Abruzzo non ha dubbi: "Troppi tagli alla sanità dal governo Marsilio" per un Abruzzo, rimarca l'ex rettore, "stanco del centrodestra"

Piena fiducia nell'ex rettore Luciano D'Amico per vincere le elezioni regionali del 10 marzo. Ad affermarlo la segretaria nazionale del Pd Elly Schlein che ha iniziato il suo tour elettorale in Abruzzo dalla Marsica: “abbiamo costruito una coalizione che mette insieme tutte le forze alternative alla destra, e lo fa attorno alla candidatura credibile, solida e riconosciuta dalla gente di Luciano D'Amico, ex rettore dell'università di Teramo”, ha detto.

La colazione guidata dall'ex rettore “è la dimostrazione che si può fare se ci mettiamo d'accordo su quali sono le priorità per la comunità regionale, e in Abruzzo non si tratta soltanto della questione della sanità: Salvini ha tagliato dei progetti infrastrutturali importanti come quelli che riguardano la mobilità ferroviaria tra Pescara e Roma, allo stesso tempo abbiamo da costruire nuove opportunità di lavoro, una vera politica industriale per rilanciare il territorio e permettere ai giovani di costruirsi qui un proprio futuro”, ha aggiunto.

Nel corso della giornata la segretaria ha visitato aziende agricole di Celano, facendo tappa anche a Tagliacozzo, Avezzano e Sante Marie “per scoprire come si può valorizzare il turismo delle aree interne”. Una giornata iniziata ad Aielli dove ha avuto modo di vedere come “con i murales, la bellezza, la cultura e l'arte si possono rilanciare i nostri borghi. Da qui parte un messaggio di speranza, di ridare fiducia a una politica che si occupa di dare risposte concrete”, ha aggiunto Schlein.

“Noi la viviamo così. Certo – ha sottolineato -, la destra è divisa, lo sappiamo bene, e sono forse più bravi delle opposizioni a nascondere le proprie divisioni ma quando si tratta di potere - che è l'unica questione che veramente gli interessa - le divisioni emergono di nuovo, e quindi stanno litigando anche sulle candidature”.

In D'amico dunque la possibilità di “risollevare le sorti di questa regione”, ha ribadito ad Avezzano come riporta l'agenzia Ansa parlando di un governo Marsilio che avrebbe fatto troppi tagli sulla sanità con il risultato, come nel resto del Paese, di avere “liste d'attesa lunghissime, pronti soccorso al collasso, gente che rinuncia a curarsi”. Tema su cui è intervenuto anche D'Amico rimarcando che a rinunciare alle cure è stato il 7,6 per cento degli abruzzesi con “la mobilità passiva sta raggiungendo numeri da record, dobbiamo assolutamente invertire questa tendenza.

“Questa – ha aggiunto il candidato presidente del Patto per l'Abruzzo - è una regione stanca dopo cinque anni di governo di centrodestra che non ha saputo dare le risposte che gli abruzzesi si aspettavano, pensiamo solo a questo ospedale di Avezzano per il quale erano stati annunciati progetti ambiziosi, ma più che progetti parlerei di propositi visto che non esiste nulla di concreto per il rilancio di questo presidio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, totale fiducia della segretaria nazionale del Pd Elly Schlein a D'Amico: "Candidatura solida e credibile"

IlPescara è in caricamento