rotate-mobile
Elezioni

Elezioni, la stoccata di Sigismondi (FdI) al Pd: "Se era un test per le regionali, il centrodestra ha stravinto"

Il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia e neo senatore parla di "responsabilità" per il ruolo che ora andrà a ricoprire, ma sulle questioni territoriali manda un messaggio chiaro al partito democratico: "Tutti i loro voti non superano i nostri"


“Se era un test, il test è stato stravinto dal centrodestra e questo ci fa ben sperare”. Non si spinge tanto in là da dire che la possibilità di vincerle le prossime regionali è concreta, ma il senso del messaggio che il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, il neo senatore Etel Sigismondi invia al Partito democratico è chiarissimo. “Hanno cercato di incentrare la campagna elettorale delle politiche su un tema, quello delle regionali – afferma nel suo intervento fatto nella sala Figlia di Iorio della Provincia di Pescara per presentare i numeri che il partito ha fatto sul territorio pescarese -. Abbiamo accettato e recepito la sfida. Loro dovevano costruire un campo largo e hanno costruito un campo dilaniato. Nonostante il campo larghissimo del centrosinistra mettendo insieme i loro voti e quelli del centrodestra ai nostri numeri non ci arrivano. Partiamo in vantaggio”. 

Parole, quelle di Sigismondi, che sono una chiara replica al neo senatore Pd e coordinatore del partito sul territorio Michele Fina che proprio nel suo intervento a commento del voto aveva parlato della tornata elettorale regionale e di un centrosinistra che ha i numeri per vincere. 

Sul fronte del suo nuovo incarico e quello degli altri eletti in Abruzzo che ora andranno a Roma, compreso il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia Guerino Testa ora deputato alla camera, aggiunge: “è il momento della responsabilità. Non vogliamo andare a fare le vacanze a Roma. A chi ci dice di non dimenticarci del territorio dico che noi veniamo dal territorio. Siamo l'unica regione nel collegio sud delle europee dove Fratelli d'Italia è stato il primo partito. Nel sud, per vari motivi, c'è stata una forte vittoria dei 5 Stelle che hanno dimostrato di avere nella parte più fragile del Paese. Un forte radicamento dovuto soprattutto al reddito di cittadinanza, cosa su cui hanno improntato la campagna elettorale. Nonostante questa tendenza nella nostra circoscrizione europea Fratelli d'Italia in Abruzzo ha dimostrato di guidare il centrodestra ed essere il primo partito in regione. Non era scontato”. Il merito, per lui, è di tutta la coalizione di centrodestra che si è mostrata unita nella sfida elettorale e il suo grazie è andato anche a tutti i coordinatori, i militanti e i rappresentanti di Fratelli d'Italia che hanno lavorato sul territorio consentendo al partito di raggiungere un risultato che Testa ha definito “storico”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, la stoccata di Sigismondi (FdI) al Pd: "Se era un test per le regionali, il centrodestra ha stravinto"

IlPescara è in caricamento