Elezioni Regionali 2019

Elezioni Regionali Abruzzo, ricorso di CasaPound contro l'esclusione della lista di Pescara

«L'atto con cui si notifica l'esclusione», spiega l'avvocato Maurizio Dionisio, che ha curato il ricorso, «è radicalmente nullo»

Un ricorso contro l'esclusione della lista di Pescara presentata per le elezioni regionali Abruzzo del prossimo 10 febbraio.
È quello che ha presentato CasaPound Italia all'Ufficio Centrale Regionale, costituito presso la Corte d'Appello dell'Aquila

«L'atto con cui si notifica l'esclusione», spiega l'avvocato Maurizio Dionisio, che ha curato il ricorso, «è radicalmente nullo».

Questo quanto aggiunge il legale nel presentare il ricorso:

«Nella sua intestazione infatti c'è una data sbagliata, in quanto si fa riferimento alle "Elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale d'Abruzzo del 24 maggio 2014". Nel corpo del provvedimento, poi non c'è nessun altro riferimento alla data corretta della tornata elettorale, che possa quindi sanare l'errore contenuto in epigrafe. Alla luce di questo errore materiale ho chiesto di invalidare l'atto e, di conseguenza, ammettere la lista circoscrizionale provinciale di Pescara di CasaPound Italia alla competizione elettorale del 10 febbraio prossimo».

CasaPound fa anche sapere che, qualora l'Ufficio Centrale Regionale dovesse rigettare il ricorso, è pronta a portare la questione davanti sia al Tribunale Amministrativo Regionale sia al Consiglio di Stato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Regionali Abruzzo, ricorso di CasaPound contro l'esclusione della lista di Pescara

IlPescara è in caricamento