Astensione di Marsilio sul decreto per i terremotati: la replica del candidato del centrodestra

Il senatore Marsilio replica alle accuse mosse dal PD e da Camillo D'Alessandro in merito al voto d'astensione per il decreto Gentiloni sui fondi per i terremotati

Il senatore Marsilio, candidato alla presidenza della Regione per il centrodestra, replica alle accuse mosse dal Pd e da Camillo D'Alessandro in merito alla sua astensione dal voto del decreto Gentiloni per i fondi destinati ai terremotati abruzzesi. D'Alessandro aveva accusato Marsilio di essere lontano dall'ascoltare i bisogni e le necessità degli abruzzesi, ma il senatore replica spiegando le ragioni che lo hanno portato a quella scelta in aula:

Un provvedimento, ereditato dal governo Gentiloni, che da più parti fu definito decretino, in quanto inefficace e che, al nostro gruppo,
sembrò un’occasione persa. Molte delle richieste giunte dai sindaci e dai cittadini abruzzesi, che io ho sostenuto con degli emendamenti, non furono accolte. Il decreto fu poi migliorato, sebbene di poco, tanto che le nostre proposte, all’origine bocciate, sono state inserite nei successivi provvedimenti: un'evidente ammissione di colpa

DECRETO TERREMOTO, POLEMICA SUL VOTO IN SENATO DI MARSILIO

Marsilio ha aggiunto che Fratelli D'Italia chiese anche sgravi fiscali per le aziende che assumevano nel cratere, proposta respinta dal Governo sottolineando come ci sia ancora tanto da fare per la ricostruzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, per rispetto della verità, va rilevato che Camillo D’Alessandro, esponente di peso del Pd, consigliere regionale, fidatissimo di D’Alfonso, si ricorda solamente ora del terremoto. Ma, è talmente disinformato e lontano dalle problematiche legate ai crateri sismici, che scrive di una fantomatica astensione avvenuta nel 2016, quando in realtà il provvedimento risale a maggio 2018.E che dire di Legnini, che si è astenuto sulla legge 77/2009, relativa al sisma dell’Aquila, che stanziava 10,5 miliardi per il cratere 2009?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno scambio di sguardi e c'è il colpo di fulmine, l'appello di una ragazza pescarese alla ricerca del suo principe azzurro

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Gli auguri di Pep Guardiola e Manuel Estiarte ad un commerciante di abbigliamento di Pescara [VIDEO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento