Sabato, 13 Luglio 2024
Elezioni

Gileno (GD): "Bene le europee, ma nessun under 40 in consiglio comunale a Pescara. Serve un cambiamento"

Il segretario regionale dei Giovani democratici traccia un bilancio dell'ultima tornata elettorale e se sul fronte delle europee proprio i giovani hanno premiato Pd e progressisti, sottolinea, a livello locale a parte qualche importante eccezione, le critiche non mancano soprattutto sul capoluogo adriatico dove l'assenza di under 30 e 40 dimostra "che è mancata una visione di futuro"

“Giovani premiano progressisti e PD, a Pescara perso per mancanza di visione, ora consiglio senza under 40, serve cambiamento. Pratense oltre 500 voti a Città Sant’Angelo”

Se il voto dei giovani ha premiato alle elezioni europee progressisti e Pd, sulle amministrative e in particolare quelle di Pescara il dato è che in consiglio comunale non ci sarà nessun under 40 cosa su cui riflettere perché si attui un vero cambiamento.

Questo in sintesi il bilancio che il segretario generale dei Giovani Democratici d'Abruzzo Saverio Gileno che rileva anche l'ottimo risultato dei giovani dem a Città Sant'Angelo con Paolo Pratense e a Rosciano con Francesco Cerasa.

La soddisfazione di Gileno (Gd) per la crescita a livello europeo

“Con il voto delle elezioni europee i progressisti e il Pd vedono un buon risultato, in crescita. Tutto ciò soprattutto grazie al consenso delle e dei giovani – dichiara quindi Gileno -. Il Partito democratico è, secondo le rilevazioni, primo partito nella fascia under 30 ed è risultato al 25 per cento tra i fuorisede votanti. Questo perché con Elly Schlein e l’impegno delle e dei GiovanidDemocratici in tutta Italia abbiamo assunto una visione chiara e forte: per la pace, lo stop al lavoro povero, la tutela ambientale e lo sviluppo dell’integrazione europea”.

“Siamo come giovani dem, altresì soddisfatti per il risultato ottenuto dalla candidatura abruzzese di Manola Di Pasquale, che è sempre stata al fianco delle battaglie della nostra organizzazione – aggiunge - . Al centro di ogni riflessione, tuttavia, deve esserci l’astensione: la politica non da più fiducia e c’è disinteresse, la non partecipazione alle elezioni lo dimostra, bisogna ascoltare.”

Il segretario dei giovani dem critico sulle amministrative 

Sul fronte delle elezioni amministrative Gileno è decisamente critico fatta qualche eccezione per cui, continua Gileno, i giovani democratici si dicono “felici” per i risultati a Mosciano Sant’Angelo con l’elezione di Mirko Rossi, Salle con Davide Morante, Torano Nuovo con Anna Ciammaricone, Pineto e Castiglione Messer Raimondo con Vincenzo D’Ercole.

“L’esito complessivo, con le sconfitte a Pescara, Montesilvano e Giulianova, è però decisamente negativo nonostante l’impegno e anche i grandi risultati di ragazze e ragazze candidati. Questo perché è decisamente mancata visione e idea di futuro, dato tristemente rilevante è che a Pescara non ci saranno under30 o under40 nelle opposizioni”, sottolinea il segretario regionale Gd.

“L’impegno dei giovani dem è stato politicamente fondamentale, ottenendo ottimi risultati e l’elezione di Francesco Cerasa a Rosciano e di Paolo Pratense con 547 voti a Città Sant’Angelo – ribadisce -. Per questo ultimo risultato siamo estremamente soddisfatti, Paolo ha costruito e guidato il progetto del centrosinistra a Città Sant’Angelo e il suo impegno sarà ora fondamentale. Purtroppo, invece, non sono bastati gli oltre 500 voti del nostro Claudio Mastrangelo per ottenere l’elezione a Pescara, al fianco dei risultati ottimi di Silvia Sbaraglia a Pescara, Marcello Secone a Città Sant’Angelo e Walter Verrigni a Montesilvano”.

“Per disegnare un'idea di futuro delle nostre città e convincere i cittadini - conclude Gileno - abbiamo bisogno di partire dai risultati delle e dei giovani, serve cambiare tutto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gileno (GD): "Bene le europee, ma nessun under 40 in consiglio comunale a Pescara. Serve un cambiamento"
IlPescara è in caricamento