Elezioni comunali 2011

Elezioni Penne 2011: intervista a Matteo Tresca

In occasione delle elezioni comunali, abbiamo sentito l'avvocato Matteo Tresca, candidato sindaco per la lista PenneSì. Ecco cosa ci ha detto

In occasione delle elezioni comunali, abbiamo sentito l’avvocato Matteo Tresca, candidato sindaco per la lista PenneSì. Ecco cosa ci ha detto
 

Quali sono i punti principali del suo programma elettorale?
Lo sviluppo della nostra città deve partire dalla valorizzazione delle grandi risorse storiche, architettoniche, culturali e naturali di cui il territorio dispone, favorendo la crescita delle tante eccellenze presenti a partire dal centro storico che va custodito e reso fruibile ai cittadini ed ai potenziali visitatori. Dobbiamo farlo con metodi e persone nuove, capaci di indirizzare ogni scelta verso l'idea di città a cui tendiamo: un luogo accogliente, laborioso e dove la qualità della vita sia al primo posto. Gli esempi di riferimento li troviamo in Umbria, in Toscana, nelle Marche, realtà da prendere a modello per le prossime scelte amministrative.

Come giudica la situazione attuale di Penne?
Penne, come l'intera area vestina, versa oggi in una fase di grave difficoltà economica dovuta alla scarsa attenzione verso le aree interne che si trovano ingiustamente a pagare per prime il prezzo della crisi in termini di tagli ai trasferimenti ed alla riduzione dei servizi (il presidio ospedaliero ne è un esempio). E' giusto che le energie migliori del nostro territorio, dai giovani al mondo delle associazioni, dalla parte attiva della società civile a coloro che sono impegnati nel settore del commercio e dell'agricoltura, siano coinvolte direttamente a far parte dell'amministrazione comunale.

 
Perchè i cittadini dovrebbero votarla?
“PenneSì” è una lista fortemente rinnovata composta da donne e uomini come me, giovani, motivati e con la passione per l’impegno civile. L'unico voto utile per rendere Penne una città migliore e per una concreta opportunità di cambiamento.

 
Indichi tre priorità che intende affrontare a Penne
Riorganizzare la macchina comunale per la valorizzazione ed un più efficace impiego delle risorse umane all'interno dell'ente; intervenire per modificare il ciclo dei rifiuti attraverso l'aumento della raccolta differenziata; attuare misure per l'inclusione sociale mettendo al centro la cura della persona

 

E' il candidato più giovane classe 1974, sente la pressione di dover affrontare una classe politica più esperta?
Assolutamente,  non avverto nessuna pressione da parte della classe politica più matura. Voglio anzi confrontare con loro il mio progetto mettendolo a disposizione dei cittadini, affinché possano scegliere, tra le diverse opzioni, quale candidato possa interpretare al meglio la necessità di un nuovo modello di sviluppo. “PenneSì” è una squadra formata anche da soggetti appartenenti a partiti politici che hanno saputo aprirsi alla società, dando spazio a molti giovani ed a figure competenti ed autorevoli in grado di dare concretezza alla nostra idea di città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Penne 2011: intervista a Matteo Tresca

IlPescara è in caricamento