menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunali: Mascia al lavoro, Alessandrini: “Ora mi sento solo”

Se fino a lunedì notte erano entrambi impegnati in campagna elettorale, lavorando duro fra un comizio ed una conferenza stampa, ora per Luigi Albore Mascia e Marco Alessandrini, il futuro sarà molto diverso. Mascia è già al lavoro in Comune, mentre Alessandrini decide sul suo futuro politico

A pochi giorni dalle elezioni amministrative a Pescara, il futuro per i due candidati che si sono sfidati per la conquista della poltrona di primo cittadino appare molto diverso.

Da una parte Albore Mascia, nuovo sindaco della città, che è già al lavoro per definire la squadra di governo e gli assessori, in modo da iniziare da subito a lavorare in vista dei molti impegni ed appuntamenti importanti che attendono Pescara nelle prossime settimane.

Dall'altro Marco Alessandrini, reduce da una sonora sconfitta personale e dell'intero PD, che a Pescara ha superato di pochissimo il 20%, un risultato inaspettato alla vigilia.

Un Alessandrini che si sente lasciato solo ed abbandonato dal partito che lo ha sostenuto in questi due mesi di campagna elettorale, che vuole però rimanere nei difficili e spesso duri giochi della politica locale.

"Nonostante la dura sconfitta, che ha visto il PD crollare a Pescara, sono pronto a lavorare nell'opposizione per fare bene e dare alla città le giuste garanzie che ogni democrazia deve offrire. Ovviamente sarà importante il gioco di squadra, e quindi dovremo fare tutti insieme attente riflessioni per capire cosa abbiamo sbagliato e soprattutto da dove ripartire"

Lo stesso Moreno Di Pietrantonio, eletto al consiglio comunale, non si scoraggia ed è convinto che, presentando idee e proposte valide, che superino i normali scontri politici senza senso, i cittadini torneranno ad avere fiducia nel PD e nell'intera coalizione di centrosinistra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento