Comunali pescara 2019

Carlo Masci: «La città sicura non è quella militarizzata, ma quella dove si vive bene»

Secondo il candidato sindaco di Pescara per il centrodestra non occorrono ricette mirabolanti e interventi straordinari come gli ormai sistematici “blitz” nei quartieri, bensì l'applicazione di un piano serio e organico di controllo del territorio

«La città sicura non è quella militarizzata, ma quella dove si vive bene perché ci sono regole da osservare e c’è chi le fa rispettare».

Lo afferma il candidato sindaco di Pescara per il centrodestra, Carlo Masci, secondo cui non occorrono ricette mirabolanti e interventi straordinari come gli ormai sistematici “blitz” nei quartieri, bensì l'applicazione di un piano serio e organico di controllo del territorio.

«È di tutta evidenza – continua Masci – che esiste in città una diffusa percezione di insicurezza. Abbiamo già illustrato l’intenzione di irrobustire il Corpo di Polizia municipale sia negli organici sia fornendo equipaggiamento più adeguato alle esigenze di tutti i giorni e alle emergenze che gli agenti sono chiamati a fronteggiare. L’istituzione del “poliziotto di prossimità”, sperimentato con successo in diverse città europee, potrebbe essere una risposta efficace nei quartieri. Applicheremo poi quanto previsto dalla legge (48/2017), il cosiddetto “Daspo antibalordi”».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlo Masci: «La città sicura non è quella militarizzata, ma quella dove si vive bene»

IlPescara è in caricamento