Giovedì, 21 Ottobre 2021
Elezioni Montesilvano 2012 Montesilvano

Elezioni Montesilvano 2012, intervista al candidato Francesco Maragno

IL PESCARA, in vista delle prossime elezioni amministrative che si terranno a Montesilvano il 6 e 7 Maggio, intervista il candidato Sindaco per il Centro destra Francesco Maragno per la lista civica IL POPOLO DI MONTESILVANO e sostenuto da altre 5 liste

Quali sono i punti principali del suo programma elettorale?

Il mio programma, articolato in 7 punti,è incentrato sulla realizzabilità delle proposte molte delle quali a costo zero. Molto spesso la politica si ferma davanti alla mancanza di risorse, per questo non abbiamo voluto consegnare a Montesilvano un libro dei sogni, come hanno fatto i miei avversari. I progetti faraonici promessi dagli altri candidati che mai potranno vedere reale concretizzazione.

Nello specifico questo è il programma del Polo dell'Alternativa:

 SICUREZZA

Montesilvano ha bisogno di un controllo capillare del territorio: dobbiamo istituire un commissariato di Polizia o aumentare il numero di operatori delle Forze dell’Ordine presenti sul territorio. Il Comune deve agevolare l’attività degli agenti di Polizia, mettendo a disposizione le sue banche dati per la lotta contro il crimine. Toglieremo l’abitabilità agli appartamenti dove si esercita la prostituzione e copriremo l'intero territorio con un sistema di videosorveglianza. Montesilvano dovrà diventare inospitale per chi delinque.

INNOVAZIONE E LAVORO

Copriremo Montesilvano con una rete internet wi-fi gratuita e soprattutto sfrutteremo la posta elettronica certificata per snellire le procedure amministrative. Un incubatore di impresa comunale darà ai ragazzi e ai disoccupati la possibilità di avere gratis una sede per avviare la loro attività e riscoprire gli antichi mestieri. Istituiremo uno sportello Urp all’interno del Comune per fornire al cittadino risposte alle proprie necessità.

AMBIENTE

Montesilvano deve puntare come priorità assoluta sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta. Dobbiamo valorizzare la pineta di Santa Filomena, creare il Parco del Mare e recuperare gli spazi sulle sponde del fiume Saline con verde attrezzato.

TRAFFICO

Montesilvano ha bisogno di un piano traffico che consenta di ridurre l’inquinamento incentivando l’utilizzo dei mezzi pubblici. Creeremo dei parcheggi di scambio, delle aree pedonali e delle piste ciclabili per incentivare la mobilità sostenibile e miglioreremo la viabilità in uscita dalla circonvallazione.

SOCIALE

Creeremo la casa del volontariato, un luogo di scambio e interazione tra le associazioni presenti sul territorio, per agevolare la loro azione a sostegno delle persone e delle famiglie in difficoltà. Realizzeremo dei luoghi di aggregazione per i cittadini di ogni fascia di età. Grazie allo sport combatteremo le devianze giovanili, garantendo a tutti, anche agli indigenti, l’accesso allo sport. La nostra più grande priorità è dare voce agli invisibili.

TURISMO

Il Turismo deve diventare una risorsa per Montesilvano 365 giorni all’anno. Dobbiamo valorizzare le risorse culturali e ambientali della città anche per dare lavoro ai giovani. Il Palacongressi dovrà diventare un punto di riferimento per attirare, con le sue manifestazioni, visitatori da tutta Italia e non solo.

CULTURA

Montesilvano deve aprirsi all’Europa attraverso scambi culturali con gli altri paesi, manifestazioni di importanza internazionale e riscoperta delle radici storiche della città.

 

Come giudica la situazione attuale di Montesilvano?

Montesilvano è stata amministrata negli ultimi 20 anni da persone che hanno sfruttato la politica per i loro interessi. Ecco perché è una città ferma, insicura e troppo distante dalla cultura. Troppo spesso si è parlato di Montesilvano come la “città del malaffare”. Ecco perché per comporre la mia squadra ho scelto persone leali, oneste e soprattutto professionisti competenti. Se io e i candidati delle mie liste avremo l'opportunità di amministrare questa città, restituiremo ai montesilvanesi la città che meritano: una città accogliente, sicura e vivibile dove poter crescere i nostri figli.

 

Perché i cittadini dovrebbero votarla?

Perché sono l'espressione della società civile. Perché nelle mie liste non ci sono indagati, ma solo professionisti di alta moralità e competenza. Sottolineo un dato: su 120 candidati, 116 non hanno mai rivestito un ruolo pubblico. II 6 e il 7 maggio avremo una matita per decidere una volta per tutte se vogliamo voltare pagina e cambiare la città. Con un segno possiamo mandare finalmente a casa, tutti quelli che hanno reso la politica in città una cosa sporca, di cui doversi vergognare, oppure rimetterli nel palazzo di città e vivere altri 5 anni da incubo. Noi vogliamo cambiare tutto questo e insieme possiamo rendere Montesilvano più bella e vivibile, per noi e i per i nostri figli.

 

Indichi tre priorità che intende affrontare a Montesilvano

La più grande priorità è rendere i montesilvanesi fieri della loro città. Ma per fare questo voglio porre fine ad una serie di grandi emergenze che interessano Montesilvano. Per quanto riguarda il sociale istituiremo il disability manager, una figura tecnica con il compito di supervisionare, approvare o bocciare qualunque progetto di opera pubblica per la città di Montesilvano, affinché ogni nuova realizzazione sia conforme alla Legge n. 13 del 1989, il principale strumento legislativo contro le barriere architettoniche in Italia.

Per ciò che riguarda la tassazione porteremo l'aliquota Imu al minimo per la prima e per la seconda casa e introdurremo un fisco formato famiglia. Non aumenteremo il carico fiscale sui cittadini che già subiscono la stretta dello Stato e anzi aumenteremo i risparmi concreti per loro con un ulteriore incremento dei servizi a disposizione per ogni fascia di età.


E in ultimo, ma non per importanza, introdurremo l'assessorato alla famiglia, che avrà il compito di adottare tutte le politiche necessarie per il benessere delle famiglie, pietre angolari della nostra società.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Montesilvano 2012, intervista al candidato Francesco Maragno

IlPescara è in caricamento