Elezioni Montesilvano 2012 Montesilvano

Elezioni Montesilvano 2012, Di Mattia sulle liste pulite

Il candidato del centrosinsitra alle prossime elezioni in programma a Montesilvano interviene sulla questione delle liste pulite e critica il "Patto etico" del Pdl. "E' solo una presa in giro".

Per il candidato del centrosinistra Di Mattia alle prossime elezioni comunali a Montesilvano, il "Patto Etico" del Pdl è solo una presa in giro. Secondo Di Mattia sostiene che per dimettersi non serve aspettare i giudici, così come chiesto dal candidato Pdl Musa.

"Alcuni esempi eclatanti: secondo il Patto etico del Pdl  il ministro Scajola non avrebbe dovuto lasciare il dicastero dello Sviluppo economico, mentre i giudici lo chiamavano a rispondere dell'acquisto di un appartamento con vista sul Colosseo che sarebbe stato pagato in parte con 900mila euro di fondi in nero girati dall'imprenditore Diego Anemone. Secondo il Patto etico del Pdl Renzo Bossi è stato davvero un "trota" a dimettersi da consigliere regionale, dopo lo scoppio dello scandalo che riguarda i fondi della Lega per cui attualmente non risulta neppure indagato"  ha detto Di Mattia, che si chiede come mai il Pdl di Montesilvano abbia "fatto fuori" solo Cordoma a causa delle vicende giudiziarie che lo riguardano, parlando di un patto etico stretto a seconda della persona.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Montesilvano 2012, Di Mattia sulle liste pulite

IlPescara è in caricamento