rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Politica

Elezioni politiche, in Abruzzo il terzo polo è Italia Viva-FuturA: "Rotti gli schemi del 'bipopulismo' destra-sinistra"

C'è l'accordo tra il coordinatore regionale IV Camillo D'Alessandro e Gianfranco Giuliante per affrontare non solo le elezioni nazionali, ma anche in vista delle prossime regionali

Tempo di elezioni e tempo di alleanze, anche in Abruzzo. Si è formato sul territorio il terzo polo in vista delle prossime politiche e a fare fronte comune sono Italia Viva e Futur-A. A stringere l'accordo Camillo D'Alessandro, coordinatore regionale del partito fondato da Renzi e Gianfranco Giuliante, ex presidente Tua e fondatore di Futur-A, associazione che raccoglie movimenti e amministratori locali civici.

“Oggi sigliamo una intesa politica e programmatica in vista delle elezioni politiche, maa è solo il primo tempo, il cammino prosegue dritto verso le elezioni regionali. – dichiara D’Alessandro -. Il terzo polo rompe gli schemi del bipopulsimo sinistra-destra e fa tornare Draghi alla guida del Paese. A breve seguiranno ulteriori adesioni, ciò che sta accadendo è un fatto totalmente nuovo, cambiamo tutto, l’alleanza tra riformismo e civismo nel terzo polo stravolge tutto, io credo soprattutto in Abruzzo. Sono molto contento del diretto impegno di Gianfranco Giuliante”. “La nostra decisione – aggiunge quest'ultimo - è maturata dalla lettura della evoluzione della politica nazionale. La scelta di Italia Viva di dare vita ad un terzo polo, alleato con il civismo, con l’intesa con la lista civica nazionale di Pizzarotti, ex sindaco di Parma, va esattamente nella direzione del nostro lavoro di questi mesi. Futur-A aggrega amministratori locali, esperienze civiche, sensibilità diverse, ma è veramente solo l’inizio. Il civismo trova la sua massima espressione a livello territoriale esaurendo la sua funzione nei confini comunali. Noi – conclude Giuliante - diamo casa esattamente a questa esperienza, ma casa non significa ospiti, ma protagonisti a livello regionale e nazionale. C'è ancora la stessa emergenza che portò Draghi al governo, chi lo ha fatto cadere ha sottovalutato la situazione drammatica del Paese. Il terzo polo rompe gli schemi e non è più nulla scontato”.

“Per quanto riguarda le candidature – affermano D'Alessandro e Giuliante - è prematura ogni ipotesi, anche in ragione delle possibili evoluzioni nazionali di queste ore e nel rispetto di tutti gli alleati, ma sicuramente costruiremo insieme una proposta rappresentativa del territorio e delle sue vocazioni, aperta, inclusiva e plurale”. All'annuncio della nuova coalizione erano presenti gli ex deputati Tommaso Ginoble e Gianluca Fusilli, Luciano Monticelli già sindaco e consigliere regionale, Carmine Ciofani coordinatore provinciale di Pescara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche, in Abruzzo il terzo polo è Italia Viva-FuturA: "Rotti gli schemi del 'bipopulismo' destra-sinistra"

IlPescara è in caricamento