Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica Montesilvano

Elezioni Montesilvano 2012, intervista al candidato Manuel Anelli

In occasione delle prossime elezioni comunali a Montesilvano, in programma il 6 e 7 maggio, abbiamo intervistato il candidato del Movimento a Cinque Stelle Manuel Anelli

Quali sono i punti principali del suo programma elettorale?

Il nostro programma è stato studiato per essere concreto, quindi pressoché a costo zero rispettando i principi della buona gestione amministrativa. Vogliamo portare vantaggi alla comunità e non favorire lobby di palazzinari che hanno strappato a noi ogni angolo di verde con una cementificazione esagerata e non necessaria.
Ogni persone porta la propria specificità culturale e politica. Il nostro è un modo di fare politica diverso, fuori dagli schemi partitocratici. Questo però non significa mettere a repentaglio la democrazia ma proteggerla con l’aiuto dei principali fondatori di essa: i cittadini.
Ci presenteremo alle prossime elezioni comunali con l’intenzione di partecipare intensamente al dibattito democratico per migliorare da dentro la politica Montesilvanese.

Come giudica la situazione attuale di Montesilvano?

La situazione ora come ora a Montesilvano è squallida e riluttante. I cittadini sono stanchi delle solite manfrine da salotto, necessitano di concrete scelte che porteranno la città fuori dalla nomea di “città di ladri”.
Il MoVimento 5 Stelle Montesilvano è formato da un gruppo di cittadini attivi stanchi di delegare la gestione della pubblica amministrazione a politici
di professione che hanno gestito in maniera corrotta e pessima la città di Montesilvano.

Perchè i cittadini dovrebbero votarla?

Noi ci proponiamo come moVimento di rottura con il passato poiché nelle nostre file non ci sono politicanti di professione né tantomeno noi vorremo diventarlo: due mandati e a casa. Dovrebbero votarci perché rispecchiamo il sentimento di larga parte della popolazione: siamo cittadini incazzati che vogliono creare l’alternativa.
Basta con il voto clientelare che uccide la città. Molti dicono di votare l’amico loro perché è una brava persona, ma solo grazie a questo ragionamento che vengono eletti i sindaci. Ci vendono aria fritta, portando 160-170 candidati consiglieri così
volendo o nolendo loro arriveranno al potere.
Noi non ci apparenteremo con nessuna lista né di destra né di sinistra né civica.
Siamo svincolati perché apparentarsi significa essere incatenati da promesse e compromessi e per di più con personaggi della vecchia politica.
Molti ci cercano e ci dicono di tenere forte e questo ci da molta forza.

Indichi tre priorità che intende affrontare a Montesilvano

Le nostre priorità toccano temi fondamentali a Montesilvano:
-Trasparenza amministrativa: Trasparenza nelle consulenze e dei dipendenti/ dirigenti assunti intuitu personae e la tendenza ad avere zero consulenze esterne. IMPORTANTISSIMO invece è l’introduzione di un referendum finanziario obbligatorio qualora l’amministrazione debba deliberare su spese pubbliche superiori ad un certo importo.
-Tasse e tributi:- Passaggio dalla tassa sui rifiuti (TARSU) alla tariffa rifiuti (TIA
- Tariffa di Igiene Ambientale) recependo la norma nazionale Decreto Ronchi ed il suo regolamento attuativo (D.P.R. 158 del 27/01/1999); e Diminuzione della tariffa grazie alla raccolta differenziata ed all’auto conferimento
- Rifiuti Zero: Attuazione della raccolta dei rifiuti porta a porta o gestione tracciata. Gestione dei rifiuti differenziati attraverso impianti di gestione rifiuti a freddo, di trattamento meccanico biologico e di selezione meccanica e di compostaggio con recupero delle materie prime secondarie.

Nessun apporto di rifiuti a impianti di termovalorizzazione; Riduzione degli imballaggi mediante incentivazione della diffusione dei distributori automatici di prodotti sfusi “alla spina” (acqua e latte in primis);

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Montesilvano 2012, intervista al candidato Manuel Anelli

IlPescara è in caricamento