rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Caro mense, l'assessore Santilli: "Attendiamo il giudizio del Tar. È nostra intenzione tutelare le famiglie"

L'assessore alla Pubblica Istruzione Gianni Santilli replica al consigliere dem Piero Giampietro e al candidato sindaco del centrosinistra Carlo Costantini in merito al taglio del tesoretto destinato alle tariffe sulle mense scolastiche. "Solo campagna terroristica", dice.

Non tarda ad arrivare, da parte della maggioranza di centrodestra, la replica sul caro mense e sul tesoretto, «tagliato dalla giunta Masci», secondo quanto riferito dai consiglieri di minoranza. In particolare, l’assessore alla Pubblica Istruzione Gianni Santilli precisa: «Da parte di Carlo Costantini è partita una campagna di informazione terroristica che non intendo far passare perché è assolutamente infondata. Il capitolo di bilancio che è stato azzerato aveva una specifica destinazione, legata all’avvio del nuovo appalto per la refezione scolastica, e non poteva essere usato per altri scopi. Essendo venuto meno l’avvio del nuovo appalto, per via di un ricorso al Tar, è stato deciso di spostare quei fondi su altro, a partire dal mantenimento del servizio in capo all’attuale gestore, che è prioritario per i bambini. Nel momento in cui l’appalto prenderà il via sarà onere dell’amministrazione ricalibrare il tutto, tenendo conto degli impegni presi con i cittadini, ripristinando quel capitolo di Bilancio esattamente nella misura in cui sarà necessario farlo. Non è intenzione dell’Amministrazione venire meno a un impegno assunto con la città». Santilli, ripercorrendo alcune tappe, ha ricordato la gara promossa dal comune e il ricorso presentato dalla Serenissima Ristorazione spa, a dicembre 2023. Lo svolgimento del processo e l’accoglimento dell’istanza cautelare da parte del Consiglio di Stato hanno precluso la stipula del contratto con la ditta aggiudicataria del servizio per cui, al fine di garantire il regolare funzionamento della ristorazione scolastica, si è proceduto a prorogare il servizio di refezione mediante fornitura di materie prime e supporto del servizio ausiliario dei nidi d’infanzia comunali alla Serenissima Ristorazione fino alla conclusione dell’anno scolastico 2023/2024, agli stessi patti e condizioni dell’affidamento ancora in vigore.

«L’Amministrazione comunale, oltre a stabilire che il nuovo affidamento del servizio in concessione dovrà prevedere la qualificazione della mensa scolastica quale ‘mensa scolastica biologica’, ha anche previsto di assumere misure per il contenimento della spesa in favore delle famiglie fruitrici del nuovo servizio di ristorazione scolastica, aumentando la compartecipazione dell’ente non solo per i nuclei famigliari sino a 30.000,00 ma rideterminando, per il cambio appalto, le fasce di reddito Isee, relative tariffe, altre agevolazioni o esoneri totali (delibera di Giunta Comunale n. 802 del 26/10/2023): era stata prevista una spesa ulteriore di € 550.000,00 nel Bilancio 2024/2026, per andare incontro alle famiglie fruitrici del nuovo servizio di ristorazione scolastica. Tuttavia, il lungo iter processuale, che vede al momento fissata l’udienza per la discussione del merito dinnanzi al Tar al 19 luglio 2024, ha prodotto maggiori costi non prevedibili in quanto le proroghe concesse alla Serenissima Ristorazione sono state disposte agli stessi patti e condizioni dell’appalto originario, che prevedeva una maggiore contribuzione dell’ente e quindi un costo più alto per le casse comunali, per cui si è dovuto procedere, al fine di garantire il servizio agli utenti senza alcuna interruzione, a trovare soluzioni nel bilancio per le proroghe».

Si attende, quindi, il giudizio del Tar per poter procedere alla firma del contratto con la nuova aggiudicataria della ristorazione scolastica. «In tale sede si procederà a quantificare l’ulteriore spesa necessaria, anche prendendo atto delle iscrizioni che ci saranno per l’anno scolastico 2024/2025, e a ripristinare gli stanziamenti necessari per il regolare svolgimento del servizio e per compartecipare con le famiglie fruitrici. L’attenzione principale dell’Amministrazione, in questa fase, è stata quella di garantire sempre, senza interruzioni, il servizio di refezione scolastica: un aspetto, questo, che dovrebbe stare a cuore a tutti, anche a Costantini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro mense, l'assessore Santilli: "Attendiamo il giudizio del Tar. È nostra intenzione tutelare le famiglie"

IlPescara è in caricamento