rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Elezioni 2018, niente sorteggio: critiche dal M5S

I consiglieri comunali del M5S protestano per la mancata applicazione del nuovo regolamento approvato dal consiglio comunale. "Ancora una volta il vecchio sistema clientelare"

Niente sorteggio dalle graduatorie, ma nomine con il vecchio sistema delle segnalazioni degli amministratori. Il M5S s'infuria per la mancata applicazione del regolamento approvato dal Consiglio Comunale che prevede il sorteggio degli scrutatori in base ad una graduatoria con criteri ben precisi per l'iscrizione.

SCRUTATORI, ARRIVA IL SORTEGGIO

"Lo scorso giugno il Consiglio, dopo una durissima battaglia del M5s, aveva finalmente votato l’applicazione di un nuovo regolamento per la nomina degli scrutatori, con il quale procedere al sorteggio tra gli iscritti all’albo, con l’adozione di requisiti legati alla disoccupazione, alla condizione di studente, esodato, cassaintegrato, soggetto in mobilità ecc. per svincolare il sistema delle nomine da possibili  “parentopoli” o “lottizzazione di seggi” così come è accaduto nel nostro Comune da parte di PD, Forza Italia e liste civiche di appoggio di una e dell’altra parte.

I tempi troppo ravvicinati tra la votazione consiliare e l’appuntamento elettorale anticipato per le politiche, fissato per il prossimo 4 marzo, avrebbe causato un’impossibilità per gli uffici a mettere in atto il nuovo regolamento consiliare e procedere alla stesura del bando pubblico per la richiesta di inserimento da parte dei cittadini nelle specifiche fasce di categorie svantaggiate, per le quali eseguire il sorteggio. E rifuggiandosi dietro questo tecnicismo, la politichetta di destra e sinistra sceglie di non procedere al sorteggio tout court, e continuare, per elezioni così importanti come quelle dei nuovi membri di Camera e Senato, a nominare persone di fiducia segnalate da consiglieri ed assessori."

I consiglieri pentastellati sottolineano come il M5S non abbia mai fatto alcuna segnalazione per gli scrutatori, e chiede nomine trasparenti senza nomi dubbi o che possano essere ricollegati direttamente o indirettamente a qualche consigliere di centrosinistra o centrodestra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2018, niente sorteggio: critiche dal M5S

IlPescara è in caricamento