Giampietro (Pd): "Faccio fatica a capire la chiusura alle 18"

Il consigliere comunale di opposizione interviene per commentare l'ultimo Dpcm esprimendo una posizione critica ma facendo, al contempo, anche alcuni distinguo. Ecco le sue parole riportate in un post su Facebook

Il consigliere comunale di opposizione Giampietro (Pd) interviene per commentare l'ultimo Dpcm del governo esprimendo una posizione critica ma facendo, al contempo, anche alcuni distinguo. Ecco le sue parole riportate in un post su Facebook: "Non oso immaginare cosa voglia dire assumere decisioni così impattanti sulla vita di migliaia di persone. Ma faccio fatica a capire la chiusura alle 18 (per tutti, a prescindere da dimensioni, attività, capienza) imposta ai pubblici esercizi, che in una città come Pescara rischia di avere conseguenze devastanti e non solo in questo settore". 

Giampietro, poi, aggiunge: "Mi fa rabbia, però, vedere la grande faccia di bronzo di chi oggi sbraita, ma solo qualche giorno fa chiedeva al sindaco il coprifuoco al tramonto perché considerava esattamente gli stessi pubblici esercizi ("gli amichetti", li chiamavano) come covi di spacciatori, disturbatori di quiete pubblica e portatori di non si sa quali altre nefandezze, inondando per anni i giornali di video e comunicati contro quella che chiamavano "movida violenta di via Battisti", facendo l'occhiolino a chi si augurava la chiusura definitiva di quei pubblici esercizi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abruzzo zona rossa: ecco l'elenco delle attività che rimarranno aperte

  • Arriva da Montesilvano il primo gel igienizzante per le mani multiuso al 98% naturale

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

Torna su
IlPescara è in caricamento