Politica

Di Matteo eletto nel Cda dell'Aca, il M5S: "Centrodestra e centrosinistra si confermano una cosa sola"

Nuovo presidente dell'azienda comprensoriale acquedottistica è stata invece eletta Giovanna Brandelli

Ha subito generato polemiche l'elezione a membro del cda (consiglio di amministrazione) dell'Aca di Donato Di Matteo, ex assessore regionale della giunta D'Alfonso.
Nuovo presidente dell'azienda comprensoriale acquedottistica è stata invece eletta Giovanna Brandelli.

Così commenta la presenza di Di Matteo nel cda il vice presidente del consiglio regionale Domenico Pettinari del Movimento 5 Stelle:

«Questa mattina l'assemblea dei soci, formata da sindaci sia di centrodestra che di centrosinistra, ha nominato anche l’ex assessore regionale della giunta D’Alfonso Donato Di Matteo come membro del cda di Aca spa. Una scelta che non ci stupisce. Ormai è chiaro a tutti che centrodestra e centrosinistra siano due facce della stessa medaglia. Lo stiamo vedendo nell’amministrazione di Regione Abruzzo e ne abbiamo conferma anche nelle nomine dell’azienda acquedottistica. Un riconoscimento che si fonda su basi che ci sfuggono. Ricordo a tutti che Di Matteo è già stato presidente di Aca, ottenendo risultati a mio parere assolutamente insufficienti. Io l’ho contestato con forza nel corso del suo mandato, evidenziando senza tregua ogni singolo problema. Adesso viene addirittura premiato con la nomina all’interno del cda. Arrivati a questo punto, capire quali siano le differenze tra le due forze politiche, sia nell’area pescarese che in Regione Abruzzo, risulta praticamente impossibile».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Matteo eletto nel Cda dell'Aca, il M5S: "Centrodestra e centrosinistra si confermano una cosa sola"

IlPescara è in caricamento