rotate-mobile
Politica

Al via le domande per il sostegno alimentare delle persone in stato di povertà o senza fissa dimora

Come fa sapere l'assessore regionale alle Politiche Sociali, Pietro Quaresimale, l'avviso pubblico scadrà il 22 marzo

Al via le domande per il sostegno alimentare delle persone in stato di povertà o senza fissa dimora.
Come informa l'assessore regionale alle Politiche Sociali, Pietro Quaresimale, la scadenza dell'avviso pubblico è fissata per il 22 marzo.

Le risorse finanziarie sono pari a 250mila euro.

«Il fabbisogno alimentare abruzzese è un dato preoccupante», evidenzia l’assessore Qauresimale, «che la Regione non intende assolutamente accantonare, anzi l’azione dell’assessorato che rappresento è quella di sostenere e alimentare, è il caso di dire, il settore tenendo conto dei dati preoccupanti che avevo già presentato nell’ambito dedicato al piano sociale 2021-2023, ove emergeva che il 30,1% dei cittadini abruzzesi è a rischio di povertà. Il Piano sociale regionale prevede, tra gli obiettivi principali, interventi concreti».

Per fare domanda le Caritas e gli enti devono inviare una Pec all'indirizzo dpg023@pec.regione.abruzzo.it.  L’avviso si rivolge ad enti del terzo settore e alle Caritas Diocesane, in particolare agli enti che gestiscono mense per persone in stato di povertà estrema, che servono o consegnano pasti, che svolgono attività di raccolta di generi alimentari da aziende del settore e li distribuiscono in modo continuativo e gratuito, per ognuna delle 4 province della Regione Abruzzo; alle Caritas che gestiscono mense per persone in stato di povertà estrema o senza fissa dimora, anche attraverso associazioni di volontariato specificamente delegate; agli enti iscritti al Runts che gestiscono o promuovono empori sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via le domande per il sostegno alimentare delle persone in stato di povertà o senza fissa dimora

IlPescara è in caricamento