rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica Montesilvano

Discarica Villa Carmine, Testa e De Renzis replicano a Blasioli: "Per la bonifica tutto secondo programma"

I consiglieri regionali di Fratelli d'Italia e della Lega intervengono dopo l'allarme lanciato da Blasioli sulla possibilità di perdere i finanziamenti per la bonifica del sito inquinato

Procede senza problemi l'iter per la bonifica e messa in sicurezza della discarica di Villa Carmine a Montesilvano, assegnata all'Arap con la convenzione che scadrà solo nel 2023. Lo hanno fatto sapere i consiglieri regionali di Fratelli d'Italia e della Lega Testa e De Renzis in risposta alle dichiarazioni fatte dal consigliere regionale Blasioli del Pd.

ANCORA RIFIUTI NELLA DISCARICA DI VILLA CARMINE

Blasioli infatti aveva lanciato l'allarme riguardante i 10 milioni di euro della convenzione Masterplan che sono destinati per le bonigfiche Sir "Fiumi Saline Alento" e che secondo il consigliere regionale potrebbero andare persi se non si accelereranno i tempi:

Sono state svolte le indagini ambientali e idrogeologiche, da parte di Arap soggetto attuatore, in collaborazione con Arta, per addivenire alla redazione del progetto e degli interventi da attuare; la Bonifica del sito denominato ‘ex Conceria CAP’ nel Comune di Chieti, all’interno del SIR ‘Chieti Scalo’, sito privato in cui la Regione interverrà in via sostitutiva a causa del fallimento della società che gestiva l’ex conceria, che rappresenta il ‘tumore’ inquinante per l’area di Chieti Scalo perché da questo sito si diffonde l’inquinamento dell’area; il completamento delle operazioni di ridefinizione del perimetro SIR ‘Fiumi Saline e Alento’, su cui l’Arta ha completato le sue attività dopo mesi e Arap deve rimettere la planimetria del nuovo perimetro da approvare come già sollecitato

I consiglieri ricordano anche l'acquisto ed installazione delle fototrappole per conto della Regione, sottolineando come tutte le attività sono in corso d'attuazione e dovranno terminare entro il 2023 come da convenzione, con la Regione che ha già sollecitato l'Arap per un'accelerazione delle attività:

Tradotto i fondi non sono a rischio, le attività sono in corso e lanciare allarmismi infondati attraverso un’interpellanza mal documentata e che pecca di superficialità non ha alcuna utilità se non quella di creare false preoccupazioni sui territori di riferimento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica Villa Carmine, Testa e De Renzis replicano a Blasioli: "Per la bonifica tutto secondo programma"

IlPescara è in caricamento