rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Politica Bussi sul tirino

Discarica di Bussi, il sindaco pressa il Ministero: "Ora firmi l'avvio dei lavori, non ci sono più scuse"

Il sindaco di Bussi Salvatore Lagatta ha commentato la sentenza del consiglio di Stato riguardante la condanna definitiva per la Edison a pagare la bonifica dei siti inquinati

Avviare subito le operazioni di bonifica dei siti inquinati di Bussi, ora non ci sono più scuse. Lo ha detto il sindaco Salvatore Lagatta commentando la sentenza del Consiglio di Stato che ha condannato in via definitiva la Edison a pagare ed eseguire i lavori di bonifica delle due discariche 2A e 2B.

BUSSI, CONSIGLIO DI STATO CONDANNA EDISON

Per il sindaco, il Ministero dovrà firmare subito il contratto con la società che si è aggiudicata la gara per la bonifica, in quanto non ci sono più ostacoli per avviare le opere, considerando che non esiste più il pericolo di una rivalsa da parte di Edison grazie a questa sentenza. Lagatta ricorda anche che sono disponibili i 50 milioni di euro stanziati con il contributo del commissario Legnini.

L'assessore regionale Febbo ha parlato di una sentenza che rende giustizia a tutto l'Abruzzo, aggiungendo però che i 50 milioni di euro erano stati stanziati dal Governo Berlusconi nella finanziaria del 2010:

Ovviamente come Regione apriremo anche una discussione sul futuro di una specifica e particolare area, importante sotto il profilo industriale ma strategica anche sul piano turistico e ambientale e questo lo faremo attraverso una interlocuzione in il Ministero dell'Ambiente. Pertanto da domani inizia un nuovo percorso per l’Abruzzo e per il territorio della val Pescara

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Bussi, il sindaco pressa il Ministero: "Ora firmi l'avvio dei lavori, non ci sono più scuse"

IlPescara è in caricamento