rotate-mobile
Politica

Dipendente della Regione pagata dal Comune di Pescara? E' polemica

A sollevare il caso Forza Italia, riguardante una dipendente della Segreteria del Presidente della Regione D'Alfonso finita sotto contratto al Comune di Pescara dopo il blocco dei rinnovi dei contratti del personale

Una presunta "sveltina" burocratica messa in atto dalla Regione e dal Comune di Pescara. E' la denuncia che arriva dal capogruppo al Comune di Forza Italia Antonelli, che accusa l'amministrazione Alessandrini di aver assunto una dipendente della segreteria del presidente D'Alfonso con un incarico "fittizio" al fine di evitare il blocco dei rinnovi imposto dalla Corte dei Conti alla Regione.

"Per giustificare un provvedimento ingiustificabile, abbozza in quattro e quattr’otto un incarico ad hoc per la stessa dipendente, che, dopo 4 anni svolti come responsabile della Segreteria del Presidente, diventa la responsabile del controllo e del monitoraggio degli investimenti che la Regione sta effettuando sulla città di Pescara. Perché per 4 anni la Regione ha personalmente pagato lo stipendio alla dipendente comunale in distacco nella Segreteria del Governatore D’Alfonso e ora invece l’onere dev’essere sostenuto dal Comune, ma la dipendente continuerà a lavorare per il Governatore? Da dove emerge il nuovo ruolo ricoperto dalla Di Stefano
negli investimenti della Regione su Pescara e nel ‘monitoraggio’ degli stessi e da dove è possibile ravvisare le nuove competenze intervenute? Purtroppo il sospetto è che si sia dinanzi all’ennesima sveltina della Regione ‘facile e veloce.

Antonelli hai poi annunciato l'intenzione di rivolgersi alla Corte dei Conti per chiedere la legittimità dell'assunzione, verificando giornalmente se la dipendente in questione, Marianna Di Stefano, svolge solo ed esclusivamente compiti riguardanti l'incarico avuto in Comune.

ELEZIONI, AFFISSIONI ABUSIVE PER D'ALFONSO?

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendente della Regione pagata dal Comune di Pescara? E' polemica

IlPescara è in caricamento