rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Dimissioni assessori Pescara, Di Iacovo: "Mascia vada a casa"

Il consigliere comunale di Sinistra e Libertà Giovanni di Iacovo interviene in merito alle dimissioni degli assessori comunali Cardelli e Cazzaniga criticando pesantemente l'amministrazione del sindaco Mascia

"Con l'arrivo della primavera è stato fatto volare via l'assessore D'Ercole per fare spazio a Serraiocco, per poi defenestrare l'assessora Carla Panzino e mettere al suo posto una Barbara Cazzaniga che viene pochi mesi dopo, cioè proprio oggi, silurata insieme al collega di partito Stefano Cardelli. Pronta, da mesi, la fucilazione anche per l'assessora Elena Seller che però si ribella al suo "domino" e rifiuta le "spontanee dimissioni obbligate".

Tutti giochi di potere che nulla hanno a che vedere con la capacità delle singole persone o con la necessità di sacrificare degli incarichi in virtù di un precsio progetto di governo.
Giochi di potere fini a se stessi, balletti di poltrone per rispondere solo ad un volgare disegno politichese: il diminuito peso politico di Pescara Futura rispetto all'UDC e al PDL.

Questo "gioco del nove" nell'amministrazione Mascia non è solo ridicolo, ma rappresenta anche e soprattitto un grave danno all'intera città.

Come si fa a progettare, a programmare a governare Pescara e a rispendere alle tante urgenti esigenze dei cittadini se gli interlocutori, su temi importantissimi come lavori pubblici, commercio, turismo, cultura e sociale, cambiano ad ogni stagione? Settori, temi e deleghe che non sappiamo a chi andranno ma di cui una cosa è certa: non li andrà a gestire chi è meglio dei precedenti assessori, ma solo chi ha un peso politico maggiore di loro.

Già la città è fortemente penalizzata dall'ormai celeberrimo immobilismo della Giunta, ma ora che con l'anno nuovo ci regalano una peggiorata  fase di confusione, anarchia e incapacità, davvero non ne possiamo più.
I cittadini non sanno più da chi sono governati o, meglio, hanno ben capito che non sono governati proprio da nessuno.
Voltiamo quindi questa triste pagina nella storia di Pescara e torniamo presto a votare."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni assessori Pescara, Di Iacovo: "Mascia vada a casa"

IlPescara è in caricamento