menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Di Pientrantonio del PD interviene sul canile e sulle coppie di fatto

Moreno di Pietrantonio, consigliere del PD, è voluto intervenire sulla questione del canile di Pescara e sul registro delle coppie di fatto. "Basta con le strumentalizzazioni e le parole, servono fatti concreti da parte dell'amministrazione comunale"

Il Pd, con il consigliere Moreno Di Pietrantonio, ha voluto commentare le ultime dichiarazioni dell'amministrazione comunale, riguardanti il problema del canile e del cantiere della Città della Musica, e la proposta di Pignoli e Sospiri di eliminare il registro delle coppie di fatto.

Sulla questione del canile, Di Pietrantonio sottolinea come la vecchia amministrazione comunale, sensibile al tema degli animali, abbia voluto predisporre una nuova area, nella zona di Fosso Grande, denominata "L'oasi degli animali".

Il cantiere della Città della Musica, voluto nell'attuale sede di via Raiale, rispondeva ad un'esigenza di riqualificazione della zona, offrendo un polo culturale di prima eccellenza.

"In risposta a interpretazioni strumentali ci sembra più che ovvio che fino a quando il nuovo canile non sarà ultimato non sarà possibile spostarlo da dove si trova attualmente. Per questo motivo abbiamo stimolato l’amministrazione comunale ad impegnarsi di più per trovare una soluzione al più presto onde evitare il blocco della città della musica. Riteniamo che invece di fare continue dichiarazioni ci sarebbe bisogno di fare." dichiara Di Pietrantonio.

Sulla questione del registro delle coppie di fatto, Di Pietrantonio è critico riguardo la possibilità di abolirlo, una proposta avanzata da Sospiri e Pignoli del centrodestra.

"Crediamo che i diritti fondamentali delle persone siano altrettanto fondamentali e quindi da rispettare, per questi motivi l’istituzione del registro delle coppie di fatto anche se non molto utilizzare rappresenta per la città di Pescara sicuramente un elemento di civiltà e di sostegno verso il riconoscimento sempre maggiore dei diritti delle persone.
Pertanto non si vede la necessità di togliere un registro che già c’è se non per la solita strumentalizzazione politica che credo non interessi più a nessuno" conclude Di Pietrantonio.





Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento