Politica Rancitelli / Via Tavo

Demolizione del Ferro di Cavallo, Masci: "A giorni l'apertura delle buste per affidare i lavori, entro l'estate non ci sarà più"

Va avanti l'iter per l'abbattimento e la ricostruzione e intanto prosegue quello dei palazzi di via Lago di Borgiano

"La settimana prossima si aprono le buste Ater per individuare la ditta che farà il lavoro di demolizione. Il Ferro di Cavallo è stato svuotato ed entro l'estate non ci sarà più. Un'altra battaglia vinta: quello che è stato un cancro della nostra città, un detrattore ambientale che segnala il degrado di un'intera zona, sparirà".

Così a IlPescara il sindaco Carlo Masci parlando a IlPescara degli interventi previsti per il 2023 con le periferie al centro dell'azione dell'amministrazione, sottolinea ricordando che proseguono i lavori per l'abbattimento delle tre palazzine di via Lago di Borgiano al posto della quale sorgerà una piazza così come previsto dalla delibera approvata nell'ultimo consiglio comunale del 2022. 

Il bando per la demolizione del Ferro di Cavallo era stato pubblicato il 30 novembre e tra qualche giorno, come previsto, si saprà quale ditta sarà incaricata di buttare giù gli edifici. Poi ci sarà il secondo bando, quello per ricostruire al loro posto edifici che ospiteranno 56 alloggi (120 quelli di oggi) oltre ad una piazza, un parco e servizi utili alla comunità. Due interventi per i quali complessivamente saranno investiti circa 8 milioni di euro (7 milioni 866 mila euro): un milione 540 mila euro per abbattere e 6 milioni 326 mila euro per ricostruire. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demolizione del Ferro di Cavallo, Masci: "A giorni l'apertura delle buste per affidare i lavori, entro l'estate non ci sarà più"
IlPescara è in caricamento