rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica Riviera Sud

Demolizione Ex Cofa, scontro fra Forza Italia e consigliere PD Balducci

Continua a far discutere la questione della demolizione dell'Ex Cofa dopo l'assegnazione dell'appalto. Forza Italia parla di poca trasparenza negli atti minacciando di rivolgersi alla Procura. Replica il consigliere regionale Balducci

E' ancora scontro e polemica fra Forza Italia e la maggioranza PD in merito alla questione della demoliziione dell'Ex Cofa. A partire all'attacco, proprio i consiglieri del partito di Berlusconi, che contestano una presunta mancanza di trasparenza relativa ad alcuni atti riguardanti l'assegnazione dei lavori per la bonifica ed abbattimento degli stabili nell'area dell'ex mercato coperto.

 "Lo scorso 13 novembre, quindi oltre due mesi fa, Forza Italia richiese copia del verbale della conferenza dei Servizi convocata dalla Regione Abruzzo sulla procedura di demolizione della struttura denominata ex Cofa. E' un atto di rilevanza assoluta, nell'ambito del procedimento in corso, poiche' dai suoi contenuti la Regione fece derivare le ulteriori iniziative amministrative che hanno recentemente portato all'affidamento dei lavori di demolizione, a seguito di gara formalmente espletata. Gia' all'epoca del bando di gara, suscito' non poche perplessita', in chi scrive, la totale assenza, negli atti di gara, di riferimenti alla citata conferenza dei Servizi, nonostante la loro importanza strategica e, ancor di piu', si resta perlomeno sconcertati dal fatto che, ad oggi, del richiesto verbale non vi e' traccia, nonostante le ripetute sollecitazioni verbali inoltrate al dirigente competente dopo la citata richiesta di accesso agli atti." dichiarano i consiglieri comunali di Forza Italia, sollevando dubbi sulla legittimità della demolizione stessa, aggiungendo che ora nel PD nessuno si chiede cosa accadrà nell'area dopo la demolizione in quanto l'attuale maggioranza avrebbe l'obiettivo di mettere a disposizione quegli spazi di soggetti privati.

"In ogni caso, riteniamo sia una brutta pagina per quanto attiene alla trasparenza, sempre carente con le amministrazioni targate PD, anche alla luce delle difficolta' incontrate con la Giunta D'Alfonso quando i consiglieri di minoranza erano talvolta costretti a minacciare l'intervento delle Forze dell'Ordine per avere accesso agli atti" dichiarano i consiglieri che annunciano possibili denunce in Procura qualora la situazione non dovesse cambiare.

Ecco la replica del consigliere regionale PD Balducci: "Sono convinto che il Presidente Luciano D’Alfonso sia pronto ad autodenunciarsi poiché - come lui spesso ripete - alle minacce si risponde con la nettezza dei comportamenti. Questa volta però si farà carico di verificare se nel comunicato di Forza Italia c’è una quota di mancanza di rispetto penalmente rilevante" dichiara il consigliere aggiungendo che tutti gli atti sono a disposizione di chi ne vorrà avere accesso.

"Ci aspettiamo idee realizzabili in questa quarta fase del centrodestra pescarese perché vorremmo che oltre a produrre denunce riuscisse a dare un contributo di idee; gli esponenti del centrodestra saranno i primi ad essere invitati il giorno della demolizione e alla tempesta di cervelli susseguente per dare un ruolo a Pescara e all’Abruzzo senza vendere l’anima a nessuno." conclude Balducci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demolizione Ex Cofa, scontro fra Forza Italia e consigliere PD Balducci

IlPescara è in caricamento