Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Delocalizzazione Cementificio, Mascia: "Andremo fino in fondo"

Il sindaco di Pescara Mascia è determinato ad andare fino in fondo in merito alla vicenda della delocalizzazione del cementificio di via Raiale. "Pronti a rivolgerci al Tar"

Il sindaco di Pescara Albore Mascia è soddisfatto dell'esito della fiaccolata di sabato scorso per chiedere la delocalizzazione del cementificio di via Raiale, ed è determinato, con l'amministrazione comunale ad andare fino in fondo.

Sono orgoglioso di aver partecipato oggi con la fascia tricolore a una manifestazione per la città che ha coinvolto tutto il territorio, superando le barriere e gli steccati della politica, unendo forse per la prima volta nella storia partiti, cittadini e Associazioni, tutti uniti a chiedere la delocalizzazione del cementificio dal centro cittadino.
La nostra non è una battaglia né un atto di ostilità nei confronti di un’azienda, ma piuttosto è la manifestazione di un’esigenza ormai non più procrastinabile, è la testimonianza chiara che oggi uno stabilimento del genere non può più convivere con la città stessa
” ha detto il sindaco, che ha annunciato il possibile ricorso al Tar qualora l'autorizzazione dovesse essere rilasciata, comprendendo le paure e le proteste dei lavoratori dell'impianto, che temono di perdere il posto di lavoro.

"Coinvolgeremo i sindacati per attuare tutti i possibili ammortizzatori sociali esistenti, per garantire un futuro a quei padri di famiglia che hanno giustamente paura, ma è evidente che 50 o anche 70 posti di lavoro non possono diventare un’arma di ricatto a fronte della salute di 130 mila residenti a Pescara, senza considerare Spoltore e San Giovanni Teatino" ha detto il sindaco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delocalizzazione Cementificio, Mascia: "Andremo fino in fondo"

IlPescara è in caricamento