Politica

Del Vecchio sul sondaggio "misterioso" di Mascia costato 14 mila euro: "I risultati dove sono?"

Il consigliere Pd Del Vecchio solleva una polemica riguardante un sondaggio commissionato dal sindaco Mascia alla FullSearch costato 14 mila euro, i cui risultati non sono mai stati diffusi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

Dubbioso come S. Tommaso, il Sindaco Mascia ha voluto verificare in proprio il grado di apprezzamento che riscuote nella Città e, per questo, non ha risparmiato di spendere il prezioso denaro dei contribuenti pescaresi affidando alla Società FULLSEARCH s.r.l. di Milano la realizzazione di una serie di sondaggi.
Il primo, affidato a luglio 2011 e costato €. 14.400, veniva presentato dal Sindaco Mascia alla stampa con grande enfasi forte, evidentemente, di quel 50,3% di pescaresi che ne promuovevano il suo operato e che riportava numeri, letti troppo frettolosamente, secondo cui il Sindaco raccoglieva consensi anche per la sua propensione al dialogo o per la esuberante simpatia.
E mentre il Sindaco illustrava queste straordinarie performance, con determinazione n. 58 del 20.03.2012, era stato già disposto che la Società FULLSEARCH s.r.l. di Milano procedesse con un secondo sondaggio: il ferro va lavorato quando è caldo avrà pensato Mascia gi proiettato nella lettura dei nuovi numeri che, secondo lui, lo avrebbero definitivamente consacrato come il miglior
Sindaco di Pescara.
Altri 14.520 euro, sempre dei contribuenti pescaresi, prontamente liquidati alla Società FULLSEARCH s.r.l. di Milano con la determinazione n. 186 del 21.09.2012, letteralmente sacrificati sull’altare dell’edonismo sfrenato del Sindaco Mascia, evidentemente poco soddisfatto di quegli altri sondaggi svolti da altre società nazionali che, però, ne evidenziavano il suo lento ma
costante declino.
Ad oggi, purtroppo, di quel lavoro già pagato non si trova traccia. Nessuna conferenza stampa è stata convocata per illustrare quei preziosi numeri che il Sindaco, evidentemente, custodisce molto gelosamente.
In questi giorni, però, i cittadini di Pescara si sono dovuti accontentare della classifica sul gradimento dei sindaci svolta, come sempre, dalla testata giornalistica nazionale de Il Sole 24Ore che inesorabilmente, ed in linea con gli umori palpabili che si registrano nella Città, ha relegato il nostro primo cittadino in fondo alla classifica e con una perdita di consenso rispetto al giorno della sua elezione di oltre 6,5 punti percentuali.
Una indagine a costo zero.

A questo punto ed interpretando il pensiero dei pescaresi non si può non avere curiosità nel poter conoscere quei numeri e quali consensi ha registrato il Sindaco Mascia con quel sondaggio pagato così lautamente dai suoi contribuenti.

Comunque, e qualunque sia l’esito di quel sondaggio rimane l’amarezza e l’indignazione nel vedere che il prezioso denaro pubblico viene impiegato per simili futilità quando la vita sociale della comunità regredisce paurosamente e le risorse destinate al sostegno delle fasce meno abbienti risultano sempre più insufficienti o, come in alcune situazioni, completamente assenti.
Le immense difficoltà che investono la collettività pescarese, in tutti i settori produttivi e sociali e mirabilmente sconosciute all’amministrazione Mascia nonostante gli evidenti segni che si colgono nella quotidianità della vita, meriterebbero ben altra attenzione ed interesse da questa classe di governo purtroppo sempre più distratta ad immaginare ed inseguire comodità per il proprio futuro
che per quello degli amministrati.

Il Consigliere comunale
Enzo Del Vecchio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Del Vecchio sul sondaggio "misterioso" di Mascia costato 14 mila euro: "I risultati dove sono?"

IlPescara è in caricamento