Politica Rancitelli / Via Lago di Capestrano

Ratti, rifiuti e perdite d'acqua in via Lago di Capestrano. Pignoli: "Degrado intollerabile"

Il consigliere comunale commenta polemicamente la situazione delle case popolari a Rancitelli: "Questa è la periferia della giunta Alessandrini, chiedo che l'amministrazione comunale intervenga quanto prima"

Grossi ratti che passeggiano indisturbati, rifiuti sparsi in ogni dove, marciapiedi rotti e dissestati, vecchie automobili e furgoni abbandonati colmi di materiali di scarto, portoni che non si chiudono, luci mancanti e non funzionanti negli androni delle scale, ascensori al buio e con i pianali sfondati.

Queste alcune delle problematiche che affliggono le palazzine dell'Ater di via Lago di Capestrano nel rione di Rancitelli ai numeri civici 5, 7, 9, 15 e 17 e che decretano una situazione di degrado che rende quasi impossibile la vita a chi risiede nella zona. I residenti, stanchi di essere costretti a vivere in questa condizione, hanno chiesto aiuto al consigliere comunale Massimiliano Pignoli che si è recato personalmente nel rione.

«Una situazione di degrado che perdura ormai da troppo tempo», evidenzia Pignoli, «i residenti lamentano come nessuno si sia mai preoccupato nonostante le numerose segnalazioni partite dall'ottobre dello scorso anno. Ci sono anche tubi del gas volante, buchi nelle grondaie e non mancano le infiltrazioni all'interno degli alloggi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ratti, rifiuti e perdite d'acqua in via Lago di Capestrano. Pignoli: "Degrado intollerabile"

IlPescara è in caricamento