rotate-mobile
Politica

Degrado e problemi cittadini: Pescara Mi Piace chiede un incontro a Confcommercio

L'associazione, con l'ex vicesindaco Fiorilli ed Armando Foschi, chiede un incontro urgente con il presidente pescarese Danelli per discutere delle principali problematiche cittadine

Un incontro chiarificatore per discutere delle problematiche della città e trovare soluzioni e strategie concrete. Pescara Mi Piace, con l'ex vicesindaco Fiorilli ed Armando Foschi lancia un appello ed un invito al presidente pescarese di Confcommercio Danelli. Nelle scorse settimane infatti parte delle associazioni di categoria dei commercianti cittadini avevano attaccato l'associazione che aveva più volte denunciato gli scarichi di liquami in mare.

I due esponenti hanno dichiarato: "Confidiamo che il Presidente di Confcommercio Danelli concordi con noi nel constatare che oggi a Pescara ci sono tante, troppe, partite aperte che non solo stentano a trovare soluzione, e forse sarebbe chiedere o pretendere troppo, ma non vedono il benchè minimo impegno da parte delle Istituzioni pubbliche, ovvero quelle che per fattispecie e antonomasia sono chiamate a individuare gli strumenti per portare a soddisfacimento le istanze del territorio. Dalla cronica carenza dei parcheggi all’ennesima progettazione dello sviluppo delle aree di risulta, dall’eterna promessa di abbattimento della diga foranea a un mare che continua a mostrare problematiche gravi che incidono non solo e non semplicemente su questo o quel comparto economico della città, ma che hanno ripercussioni sull’intero tessuto produttivo, senza alcuna esclusione. E questo senza dimenticare la crisi del settore commercio, con la paventata volontà, speriamo venga presto smentita o rettificata, annunciata dal Comune di Pescara di voler costruire una nuova piattaforma commerciale di 20mila metri quadrati, nell’area retropineta, ovvero nel cuore della città, che significherebbe uccidere tutte le attività già esistenti, da Porta Nuova al centro. "

LIQUAMI IN MARE? PESCARA MI PIACE LANCIA L'ALLARME

Fiorilli e Foschi sottolineano come l'impegno dell'associazione sia quello di mettere davanti alle proprie responsabilità chi è causa delle gravi problematiche ambientali del mare e del fiume, e non gettare discredito sulla città. "Per tale ragione l’Associazione ‘Pescara – Mi piace’, sperando in un accoglimento della nostra richiesta, propone un incontro chiarificatore, teso a meglio evidenziare e dettagliare la nostra attività, magari trovando anche possibili punti di incontro per unire le forze, e anche per darci modo di evidenziare quei ‘buchi neri’ che abbiamo riscontrato negli ultimi tempi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado e problemi cittadini: Pescara Mi Piace chiede un incontro a Confcommercio

IlPescara è in caricamento