rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Politica

Impianti telefonici ed elettrici vandalizzati e in stato di degrado, Masci scrive ad Enel e Telecom [FOTO]

Il primo cittadino ha inviato una lettera ai responsabili delle due società per sensibilizzarli al problema: non son una bella cartolina, chiesta la collaborazione per vincere "Una piccola battaglia di civiltà"

Eliminare il degrado e l'abbandono in cui versano le strutture elettriche e telefoniche di Pescara. A chiederlo il sindaco di Pescara Carlo Masci che ha scritto una lettera aperta ai dirigenti Telecom ed Enel per sensibilizzarli sul tema che vede le cabine, centraline in condizioni pessime fra atti vandalici e abbandono, uno spettacolo indecoroso per la città soprattutto nei mesi di afflusso turistico:

"Ci siamo impegnati in una campagna sul decoro urbano che va a individuare e risolvere situazioni non più tollerabili che forniscono purtroppo un’immagine non lusinghiera di Pescara. Chiunque può riscontrare in città esempi di incuria e di degrado che riguardano gli armadi telefonici ed elettrici, le colonnine e le strutture di intervento e i contenitori dell’impiantistica divelti, rotti, danneggiati o semplicemente usurati. Indipendentemente dall’effettiva funzionalità, rappresentano un imbarazzante elemento nella percezione della cura delle vie e delle piazze cittadine".

Masci ha spiegato di aver realizzato un dossier fotografico allegato alla richiesta di intervento diretta a Luigi Angelucci di Telecom e a Barbara Zito di Enel: "Sono certo che con questo sollecito si adopereranno in tempi brevi per coadiuvarci in una piccola battaglia di civiltà e di decenza da cui tutti abbiamo da guadagnare".

Impianti telefonici e elettrici vandalizzati e in stato di degrado

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti telefonici ed elettrici vandalizzati e in stato di degrado, Masci scrive ad Enel e Telecom [FOTO]

IlPescara è in caricamento