Cala la popolazione in Abruzzo: allarme spopolamento nei comuni montani, Marsilio propone fondi ed incentivi

Il governatore ha presentato una proposta di legge per tentare di arginare lo spopolamento delle zone rurali e montane

Cala la popolazione abruzzese negli ultimi anni, con una situazione particolarmente critica nelle aree rurali e montane, soggette ad un vero e proprio fenomeno di spopolamento. I dati dell'Istat sulla popolazione in Abruzzo mostrano un calo dell'1,94% complessivo, passando dagli 1.331.574 abitanti  del primo gennaio 2015 a 1.305.770 abitanti del primo gennaio 2020. Il dato è superiore alla media nazionale che vede un calo di popolazione dello 0,91%. Per questo, il governatore Marsilio ha presentato una proposta di legge per contrastare questo fenomeno.

Fra le province L'Aquila paga il dato peggiore, con oltre 8300 residenti in meno, seguita Chieti (-9.574), Pescara (-4.081) e Teramo (-3.756).

E sono proprio i comuni al di sopra dei 600 metri di altitudine con popolazione inferiore ai 3.000 abitanti ad avere dati preoccupanti, con un calo medio del 6,59%. Per quanto riguarda le nascite, i nati vivi nei piccoli comuni di montagna registrano una costante diminuzione: 502 nel 2019, rispetto ai 610 del 2015 e ai 648 del 2013.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La proposta di legge di Marsilio prevede fondi ed incentivi per chi si trasferisce con residenza stabile in un comune montano, o chi vi apre un'impresa. Previsto un assegno di natalità per sostenere l'incremento delle nascite, a tutti coloro che si impegnano a trasferire la propria residenza in uno di questi comuni e a mantenerlo per almeno 3 anni. L'assegno verrà corrisposto per 12 mesi fino ad un massimo di 2.500 euro annui. Stessa cifra per chi trasferisce la propria residenza. Quest'ultimo contributo è raddoppiato se si avvia un'attività imprenditoriale. Per ottenere i benefici occorre avere un Isee non superiore ai 25 mila euro annui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Influenza stagionale e Sars Cov-2, come eseguire la prevenzione nei bambini: le parole del pediatria Silvestre

  • Ex studente del liceo Galilei di Pescara vince la medaglia di bronzo alle olimpiadi della matematica

  • La vigilessa di Pescara Monica Campoli protagonista a "Forum" [VIDEO]

  • Cluster di Covid nella scuola media Rossetti: scatta la chiusura, alunni e personale scolastico in quarantena

  • Il sindaco Masci: "Chiudere vie e piazze per il Coronavirus? Il governo mandi l'esercito"

  • Coronavirus, Marsilio sulle possibili chiusure in Abruzzo: "Non lo escludo ma si lavora giorno per giorno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento