rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

D'Annuntiis sull'inserimento dell'Abruzzo nella rete Ten-T "Extended Core": "Importante riconoscimento"

Il sottosegretario alla presidenza della Regione commenta la decisione di includere l'Abruzzo nella proposta legislativa della Commissione Ue sulla rete europea

L'Abruzzo è stato inserito, assieme al porto di Civitavecchia, all'interno del corridoio europeo della rete Ten-t. La dorsale ferroviaria adriatica infatti è inserita nella proposta di legge della Commissione Ue sulla rete europea. Lo ha reso noto il sottosegretario alla presidenza della Regione Umberto D'Annuntiis, aggiungendo che la giunta Marsilio da tempo aveva avviato un'interlocuzione sia con le tecnostrutture europee che con quelle nazionali per proporre l'inclusione della Core Network della sezione ‘Ancona – Bari’ lungo l’asse adriatico e della sezione Trasversale ‘Civitavecchia – Pescara – Ortona’ che collega il Tirreno con l’Adriatico.

Ad ottobre 2020 il governatore Marco Marsilio ha firmato un protocollo d'intesa con i presidenti di Marche, Puglia e Molise sull'inclusione della direttrice Adriatica - Ionica fra le infrastrutture di rilevanza per l'Unione Europea, considerando la continua crescita dei volumi di traffico passeggeri e merci. Il sottosegretario ha dichiarato:

La rigidità della commissione, che ha concesso minime modifiche alla rete, ha impedito che venisse inserito anche il Corridoio Mediterraneo verso l’Italia centrale lungo l’asse Civitavecchia – Ortona che si estende dal Porto di Civitavecchia fino ai Porti di Pescara e Ortona.“Si tratta di un riconoscimento importante per l’Abruzzo al fine di valorizzare la connettività delle nostre aree e quindi l’ammodernamento di linee ferroviarie, arterie stradali, porti ed aeroporti e consentirà l’accesso ai finanziamenti europei per le reti di trasporto. Ci auguriamo che l’iter di approvazione confermerà la proposta della commissione che consentirà di collegare il centro e il sud del Paese al resto d’Europa. Mi corre l’obbligo di ringraziare, per il prezioso lavoro, il dipartimento infrastrutture e trasporti della Regione Abruzzo con il direttore Emidio Primavera e il direttore Generale Barbara Morgante”.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla capogruppo del M5s in Regione Sara Marcozzi che parla di un grande risultato aggiungendo che faceva parte degli obiettivi del programma di governo regionale pentastellato, lavorando a tutti i livelli per inserire anche l'Abruzzo nella rete di rilevanza europea:

“Per troppo tempo la nostra regione è rimasta ai margini di ogni forma di sviluppo e isolata rispetto al resto d'Europa. Lo abbiamo ripetuto continuamente, anche in periodi ben lontani dalle campagne elettorali, tenendo sempre un faro acceso sul tema. Con l'inclusione nella rete Extended Core della sezione Ancona-Bari, sarà possibile attirare investimenti e programmare interventi di ammodernamento sulle infrastrutture, dalle strade alle ferrovie, dai porti agli aeroporti. Significa mettere l'Abruzzo al passo con i tempi, sfruttando anche le ingenti risorse in arrivo tra Pnrr e altri fondi europei, e far crescere il nostro territorio. Adesso bisogna farsi trovare pronti nel momento in cui l'iter di approvazione definitiva della proposta legislativa della Commissione arriverà a conclusione. Ma intanto non si può che essere soddisfatti per questo riconoscimento”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D'Annuntiis sull'inserimento dell'Abruzzo nella rete Ten-T "Extended Core": "Importante riconoscimento"

IlPescara è in caricamento