rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Crollo hotel Rigopiano, interrogato Mazzocca: "Credo di aver chiarito tutto"

Il sottosegretario regionale con delega alla Protezione civile è stato ascoltato in Procura, a Pescara, sulla tragedia del resort travolto da una valanga, il 18 gennaio 2017, che provocò ben 29 morti

 "Penso di avere chiarito tutto".

L'ha dichiarato il sottosegretario regionale con delega alla Protezione civile, Mario Mazzocca, al termine dell'interrogatorio tenutosi in Procura, a Pescara, sulla tragedia dell'Hotel Rigopiano di Farindola travolto da una valanga, il 18 gennaio 2017, che provoco' ben 29 morti.

Mazzocca, indagato nell'ultima tranche riguardante la mancata realizzazione della Carta di localizzazione dei pericoli di valanga (Clpv), e' stato ascoltato ieri pomeriggio per circa due ore dal procuratore capo di Pescara, Massimiliano Serpi, e dal sostituto Andrea Papalia, titolari del fascicolo. Presenti anche i carabinieri forestali con la tenente colonnello Annamaria Angelozzi.

Il sottosegretario, difeso dall'avvocato Augusto La Morgia, non ha rilasciato ulteriori dichiarazioni ai cronisti. A giudizio dell'accusa, Mazzocca avrebbe omesso

"di intervenire presso i funzionari responsabili del servizio di protezione civile, richiedendo e sollecitando tempestivamente l'attuazione e l'esecuzione degli obblighi della legge regionale 47 del 1992 e, in particolare, la redazione e realizzazione della carta di localizzazione dei pericoli da valanga per tutto il territorio della regione". 

In totale l'inchiesta conta 39 indagati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo hotel Rigopiano, interrogato Mazzocca: "Credo di aver chiarito tutto"

IlPescara è in caricamento