Politica

Nuova sede per la Croce Rossa grazie all'accordo con il Comune per il terreno vicino al Museo del Mare

Illustrati dall'amministrazone comunale i dettagli che hanno portato all'accordo che prevede lo spostamento del comitato della Croce Rossa all'interno della struttura della stazione ferroviaria di Porta Nuova

Presentato questa mattina dall'amministrazione comunale l'accordo raggiunto con la Croce Rossa per la cessione dei terreni vicini al Museo del Mare e lo spostamento della sede del comitato dell'associazione di volontariato nei locali al piano terra della stazione ferroviaria di Porta Nuova. Il capogruppo della Lega Vincenzo D'Incecco ha parlato di una ferita che si chiude in quanto non era accettabile che la Croce Rossa avesse una sede non degna del suo nome e della sua storia. La stessa Croce Rossa avrà a disposizione 302 metri quadrati e per i primi 8 anni e sei mesi (l’accordo è su base ventennale), non dovrà sostenere economicamente il pagamento del canone di locazione annuale quantificato in 10.020,36 (il valore del terreno di 942 metri quadrati  è infatti valutato in 84.780 euro). 

D'Incecco ha proseguito:

"Ad aprile 2018 l’amministrazione provinciale guidata dal presidente Antonio Di Marco tolse alla Croce Rossa la disponibilità della sede storica sita al piano terra del palazzo della Provincia, tanto che la stessa associazione è stata costretta in questi anni a pagare cifre rilevanti d’affitto per i locali in cui è attualmente ospitata. Il governo di centrosinistra del sindaco Alessandrini, che ha preceduto il nostro, non si è dimostrato in grado di trovare una soluzione adeguata a questo problema per cui, quando ci siamo insediati, abbiamo preso l’impegno di restituire una collocazione ai volontari. Oggi siamo gratificati dall’aver portato in fondo questo processo con soddisfazione reciproca, e con la convinzione che i locali di Portanuova siano più che idonei. Non meno rilevante è l’aspetto che ci induce a pensare che sia anche un’operazione che valorizza quella piazza della città.   "

L'assessore comunale Patrizia Martelli ha ricordato le tappe della procedura piuttosto complessa iniziata a dicembre 2020 e cnclusa ora grazie all'autorizzazione del consiglio direttivo nazionale della Croce Rossa. Massimo Pastore, presidente della commissione lavori pubblici:

"Nella possibilità di procedere alla riqualificazione complessiva di tutta l’area del futuro parco del Mare, utilizzando le risorse previste nel bando per la rigenerazione urbana in cui abbiamo inserito anche il progetto di fattibilità tecnico/economica per il recupero e la valorizzazione del Water-front fluviale, per complessivi 3,8 milioni di euro. Il piano comprende anche il polo museale e oggi facciamo un importante passo in avanti in questa direzione."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova sede per la Croce Rossa grazie all'accordo con il Comune per il terreno vicino al Museo del Mare

IlPescara è in caricamento