menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La replica del consigliere Croce (Fi) al Pd sulla questione Covid e scuole a Pescara: "Mistificazioni e strumentalizzazioni"

Il consigliere di Forza Italia e presidente della commissione statuto interviene in merito alle polemiche relative

Dopo l'attacco all'amministrazione comunale da parte del Pd e del centrosinistra in merito alla questione della gestione dei contagi Covid nelle scuole cittadine, arriva la replica del consigliere di Forza Italia e presidente della commissione statuto Croce che parla di un Pd che continua a fare battaglie strumentali e mistificazioni in tempo di pandemia, con un ordine del giorno in consiglio tardivo e inadeguato per fermare le attività scolastiche.

Croce sottolinea come la giunta Masci e tutta l'amministrazione abbiano passato l'ultimo anno al fianco dei cittadini per arginare la tragedia del Covid, con l'ordine del giorno bocciato che chiedeva, da parte del Pd e del centrosinistra, di valutare la sospensione temporanea delle attività didattiche in presenza, nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, e monitorare la necessità di analoghe misure anche nelle strutture della primaria e dell’infanzia.  

Non ci possono chiedere di votare un documento, come hanno fatto questa mattina in consiglio in cui mirano ad attribuire a se stessi cose che questa amministrazione sta già facendo, nell’ambito delle proprie competenze, con grande senso di responsabilità e con l’obiettivo di tenere sotto controllo la pandemia nelle scuole cittadine. Lo dimostra proprio l’ordinanza sindacale di ieri con cui è stato disposto lo stop delle attività in tre istituti.  

Secondo la maggioranza questo testo così articolato andava condiviso prima dei lavori, coinvolgendo la Regione per le determinazioni di competenza di quell'ente, mentre il sindaco Masci ha già anticipato l'intenzione di riattivare uno dei punti per lo screening in città con i tamponi da eseguire anche nelle scuole medie inferiori:

Sono i consiglieri di opposizione che questa mattina non hanno aderito alla proposta del sindaco Masci di elaborare un diverso ordine del giorno, che fosse espressione di tutte le parti politiche ma anche il risultato di un coinvolgimento preventivo di Regione e Asl. Su questo, tra l’altro, ci eravano già confrontati poche ore prima nella commissione permanente. Una cosa è certa: condividiamo, ci mancherebbe, la preoccupazione del mondo della scuola, che è anche nostra.

Per il consigliere Croce, la Regione dovrebbe rivedere la decisione di escludere dalla quarantena obbligatoria docenti e insegnanti di sostegno e procedere nelle prossime settimane allo screening di tutto il personale scolastico.

.

.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento