rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Crisi in Comune, Acerbo replica a Masci: "Bue che dice cornuto all'asino"

Maurizio Acerbo, consigliere comunale di Rifondazione Comunista, replica alle dichiarazioni fatte da Carlo Masci in merito alla sua decisione di dimettersi da consigliere

Maurizio Acerbo, consigliere comunale di Rifondazione, attacca Carlo Masci replicando alle sue dichiarazioni riguardanti la decisione di dimettersi dal consiglio.

"Le affermazioni di Masci sono pesanti e andrebbero dettagliate. Credo che i cittadini vogliano e debbano sapere quali e quanti sono stati i "vantaggi e gli incarichi professionali di ogni tipo" che hanno ricevuto gli ex-componenti della maggioranza che sono passati ora sul carro del vincitore.

La predica è poco credibile perché questi "personaggi transumanti per interesse personale" se - come dice Masci - hanno "avuto vantaggi ed incarichi professionali di ogni tipo da una parte politica" li hanno avuti proprio dalla maggioranza di cui lui era ed è uno dei leader principali a livello comunale e regionale." ha detto Acerbo, aggiungendo che Masci si da la zappa sui piedi senza vedere i veri scandali.

"Il centrodestra che ha conquistato comune e regione dopo gli arresti di Del Turco e D'Alfonso ha dimostrato di non rappresentare un'alternativa nelle modalità di gestione della cosa pubblica. La questione morale di cui parlava Berlinguer sta proprio nel fatto che si ritenga normale che la politica consista nel fatto che gli "eletti" e le loro consorterie si spartiscano "vantaggi e incarichi"!" prosegue Acerbo che conclude

"C'è questione morale persino quando non vi è alcuna pratica illegale sul piano penale. E' questo che in Abruzzo non capiscono nè centrodestra nè centrosinistra."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi in Comune, Acerbo replica a Masci: "Bue che dice cornuto all'asino"

IlPescara è in caricamento