rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Politica

Semaforo verde per i conti del Comune, il governo conferma: oltre 12 milioni per sostenerlo

Soddisfatti l'assessore comunale al bilancio Eugenio Seccia e il sindaco Carlo Masci, con la sicurezza dei fondi si può tornare a programmare

Dopo le anticipazioni arriva la conferma: dal governo arrivano 12 milioni e 443 mila euro per sostenere il bilancio comunale entrato in grande sofferenza dopo la sentenza della corte costituzionale del 2019 che ha spinto il ministero delle finanze a chiedere indietro il debito contratto dalla giunta Alessandrini con la procedura di predissesto, pari a 33 milioni di euro, in dieci anni e non più in 30 così come stabilito nel 2015. A darne notizia ufficiale è l'assessore comunale al bilancio Eugenio Seccia.

“Sul sito della finanza locale del governo questa mattina – spiega - è stata cristallizzata l’assegnazione ufficiale del contributo da 12 milioni e 443mila euro, sui 26,6 complessivamente disponibili, al Comune di Pescara. Sono davvero molto felice di comunicare alla stampa locale e soprattutto ai cittadini che le nostre istanze e la nostra azione presso il ministero ha prodotto un risultato straordinario che ci permette di superare un’emergenza che nostro malgrado abbiamo ereditato ma alla quale abbiamo dato una risposta di enorme valore non solo economico”. Fondi che mettono in sicurezza i conti del Comune ancor più oggi data la volatilità finanziaria determinata dalla crisi internazionale che ha portato all'aumento incontrollato dei costi per energia, materiali, beni e servizi, precisa Seccia. Questo vuol dire, torna a dire, che si può tornare a fare programmazione. “E’ stata risolta una questione vitale per il Comune - ribadisce - e rispondiamo quindi con i fatti alla campagna diffamatoria ordita negli ultimi mesi, ai danni di questo governo cittadino, da parte di chi ha molte colpe da farsi perdonare”. “E’ un altro fondamentale obiettivo raggiunto da questa amministrazione - commenta il sindaco Carlo Masci - che rivendico e rivendichiamo alla luce del sole con la soddisfazione che ci deriva dal fatto di essere stati concreti e incisivi a Roma. Ora andiamo avanti per il bene di Pescara, che nei prossimi mesi riceverà in dote infrastrutture e servizi funzionali e innovativi che sono alla base di un grande processo di cambiamento che è già in atto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Semaforo verde per i conti del Comune, il governo conferma: oltre 12 milioni per sostenerlo

IlPescara è in caricamento