Politica

Crisi in Comune, parla il sindaco: "Riaperto il dialogo con la lista Teodoro"

Il primo cittadino è intervenuto in merito alla questione della crisi all'interno della maggioranza, con il PD sul piede di guerra per l'uscita dall'esecutivo cittadino dell'assessore Diodati

Il sindaco Alessandrini, al centro di numerose polemiche in città per il prossimo rimpasto in giunta e per la rottura con il PD, che protesta per l'estromissione dall'esecutivo cittadino dell'assessore Diodati, interviene sulla situazione politica in comune.

Ci troviamo di fronte ad un importante snodo politico e amministrativo, che rende indispensabile fortificare e fluidificare l'azione della maggioranza in Consiglio Comunale anche in vista degli appuntamenti a cui l'Amministrazione si approssima, tra cui l'approvazione del progetto della riqualificazione dell'area di risulta, il Piano Sociale e il pacchetto urbanistico della nostra città. A tale fine ci siamo resi disponibili a ricomporre il dialogo di collaborazione attiva con la lista Teodoro, riconoscendo loro nell'esecutivo la presenza di un esponente politico di vasta esperienza amministrativa per continuare il lavoro avviato. L'indicazione arrivata è quella di Gianni Teodoro, con il quale siamo pronti a lavorare per riprendere il cammino che tre anni fa ci vide vittoriosi a Pescara e che ci porterà a riaffrontare le prossime scadenze elettorali e amminitrative insieme. L'ipotesi di dover rinunciare a Giuliano Diodati è una circostanza dolorosa per il legame di stima personale e politica costruito in tanti anni di lavoro insieme prima all'opposizione e poi al governo della città. Giuliano è parte di una comunità politica, va rispettato e ascoltato perché rappresenta una risorsa per il Pd e deve poter esprimere il suo contributo sia per il presente che per il futuro. Sarà mia premura incontrarlo al più presto per confrontarci su scenari che possano conservare il dialogo e il suo coinvolgimento nelle questioni più importanti per la città alla cui risoluzione ha contribuito con il suo lavoro. Questa la situazione al momento. Trovo giusto arrivare in fondo a tale percorso e poi definire formalmente le nuove nomine e l'assetto della Giunta, un lavoro che avrà tempi contingentati dalla necessità di portare avanti il governo della città”

Ricordiamo che il PD aveva firmato un documento dove esprimeva massima solidarietà all'assessore Diodati chiedendo proprio ad Alessandrini di mantenerlo in giunta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi in Comune, parla il sindaco: "Riaperto il dialogo con la lista Teodoro"

IlPescara è in caricamento