Covid 19, Pignoli e Serraiocco chiedono una riunione urgente della maggioranza

Il capogruppo comunale dell’Udc e il coordinatore cittadino sollecitano “una risposta immediata dell’amministrazione per mettere in campo tutti gli strumenti necessari per affrontare l’emergenza sanitaria” che si sta acuendo

Massimiliano Pignoli e Vincenzo Serraiocco

Pignoli e Serraiocco chiedono una riunione urgente della maggioranza sul Covid 19. Il capogruppo comunale dell’Udc e il coordinatore cittadino sollecitano, infatti, “una risposta immediata dell’amministrazione per mettere in campo tutti gli strumenti necessari per affrontare l’emergenza sanitaria” che si sta acuendo.

All’ordine del giorno ci sono quattro punti:

  • apertura del centro operativo comunale per andare incontro alle esigenze di anziani e persone in quarantena o isolamento fiduciario
  • creare una Cabina di regia per il Covid 19
  • utilizzare una parte dei fondi destinati al Natale per chi oggi è rimasto senza lavoro o è in cassa integrazione ma non prende i soldi da mesi
  • provvedere a una variazione di bilancio per poter destinare maggiori fondi ai disoccupati

Per il coordinatore cittadino Vincenzo Serraiocco “anche oggi ci troviamo di forte ad una vera e propria emergenza sanitaria, ma anche sociale ed economica che dobbiamo provare a gestire nel modo migliore perché, per esempio, con la chiusura dei locali alle 18, quando in una città come Pescara è da quell’ora che si comincia davvero a lavorare, senza parlare poi della chiusura di palestre e piscine, andiamo incontro a un periodo forse ancora più buio di quello passato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento