Covid e migranti, la rabbia dell'assessore Verì: "Regioni lasciate sole dal Governo"

Commentando le decine di nuovi casi di Covid 19 rilevati in Abruzzo negli ultimi giorni, puntualizza che “la pressoché totalità di nuovi positivi registrati nell’ultima settimana è riferita a migranti trasferiti nei centri di accoglienza o a stranieri rientrati da aree a rischio”

Nicoletta Verì

Covid e migranti, esplode la rabbia dell'assessore Verì: "Regioni lasciate sole dal Governo". Commentando le decine di nuovi casi di Covid 19 rilevati in Abruzzo negli ultimi giorni, l'esponente regionale puntualizza che “la pressoché totalità di nuovi positivi registrati nell’ultima settimana è riferita a migranti trasferiti nei centri di accoglienza o a stranieri rientrati da aree a rischio. La situazione sta diventando molto preoccupante”.

“Ribadisco che si tratta di focolai sotto controllo e completamente isolati rispetto a contatti verso l’esterno, ma quello che sta emergendo è un ulteriore problema: i migranti trasferiti dagli hotspot siciliani, sottoposti alla partenza solo a test sierologico e non a tampone, finiscono di fatto in carico alle nostre Asl proprio perché positivi, con tutto ciò che ne consegue: rischi per il personale e aggravio di costi che devono essere sostenuti dalle nostre aziende”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Verì torna a chiedere al Governo di modificare il sistema con cui vengono gestiti gli sbarchi nel nostro Paese: "Lo stato di emergenza è stato prorogato fino al 15 ottobre – continua – ma sembra si tratti di disposizioni che riguardano solo i cittadini italiani. Come si fa a trasferire in giro per le Regioni persone di cui è sconosciuta la storia sanitaria e che rappresentano un serio pericolo per la salute nazionale?". Dunque è "necessaria maggiore prudenza ed è indispensabile che al momento dello sbarco vengano tutti sottoposti a tampone e non solo a test sierologico, come ho già chiesto qualche giorno fa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Morto l'uomo di Città Sant'Angelo colto da un infarto mentre correva con la moglie

  • Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

  • Malore nel bagno di un autogrill sull’A14, muore un uomo

  • È morto Antonello Luzi, volto noto delle tv private pescaresi

  • Camionista beccato con oltre mezzo chilo di cocaina a Pescara Colli: arrestato dai carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento