Crollano i passeggeri e il fatturato di Tua con la chiusura delle scuole superiori

L'allarme è stato lanciato dal presidente della commissione mobilità Foschi durante l'ultima seduta alla quale ha partecipato anche dei vertici tecnici di Tua

Gravi ripercussioni sul traffico passeggeri e di conseguenza sugli incassi di Tua, l'azienda di trasporto pubblico abruzzese, con la seconda ondata di Covid e le relative restrizioni. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione mobilità Foschi, a margine dell'ultima seduta alla quale hanno partecipato anche i vertici tecnici dell'azienda, Max Di Pasquale e Raffaele Piscitelli.

Con la chiusura delle scuole superiore e la dad al 100%, gli incassi e le presenze sono scesi in Abruzzo del 90% a fronte di una piccolissima riduzione delle corse, che da 900 al giorno nell'area metropolitana sono passate a 820/830.

La situazione è grave, con l'azienda che conta 1400 dipendenti e che fino ad ora non ha potuto contare su sostanziali aiuti governativi, e la preoccupazione per il futuro è tanta vista la possibilità di un ulteriore aggravamento della pandemia con la ventilata possibilità di un lockdown generale che peggiorerebbe la situazione ulteriormente.

Oggi, ad appena due mesi e mezzo di distanza, la situazione è completamente ribaltata perché l’aggravamento dell’emergenza Covid-19 ha imposto una marcia indietro imponente innanzitutto alle scuole, con la chiusura degli Istituti superiori e la ripresa della didattica a distanza per gli studenti, e l’andamento della pandemia ci lascia presupporre che presto la misura potrebbe essere estesa anche alle altre scuole. Il dirigente Di Pasquale ha innanzitutto sottolineato come il 2020 sia stato, paradossalmente, l’anno dei grandi investimenti sul rinnovo del parco macchine di Tua con la messa in servizio di 80 bus nuovi, di cui 20 solo a Pescara

Ora la Tua è in attesa di capire se il 3 dicembre, con la scadenza delle misure anti Covid oggi in vigore, gli studenti delle superiori torneranno in classe o meno. 

La Tua, come ha ricordato Piscitelli ha ottemperato alle norme regionali che hanno imposto dei tagli o delle aggiunte delle corse ove necessario, alcuni servizi scolastici vengono comunque svolti per le scuole medie che svolgono ancora attività in presenza, ad esempio la linea 7 è operativa a pieno servizio per collegare San Silvestro con la Benedetto Croce. I tagli ipotizzati e realizzati sono consistiti, in realtà, in una rimodulazione delle frequenze delle corse, con limitazione dell’ultima corsa con partenza dal capolinea alle ore 21, visto che dalle 22 c’è il coprifuoco.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pescara usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento