Covid-19, si pensa a uno sgravio delle tasse per i proprietari dei negozi in locazione

Fabrizio Rapposelli, presidente della Commissione Commercio e Attività Produttive, ha coordinato un confronto con l'Unione dei Piccoli Proprietari Immobiliari per concordare una ripresa rapida del settore commercio

Il presidente della Commissione Commercio e Attività Produttive, Fabrizio Rapposelli, ha annunciato una sinergia tra la Regione Abruzzo, il Comune di Pescara e l'Unione dei Piccoli Proprietari Immobiliari per consentire la ripresa rapida del settore commercio nella fase 2.

Durante il confronto con l’Uppi, attraverso il presidente Lorenzo Cirillo intervenuto in videoconferenza, si è deciso di creare un circuito virtuoso che garantisca uno sgravio delle tasse a carico degli operatori e tuteli anche i proprietari dei negozi in locazione, pronti, dal canto loro, a intervenire con una riduzione dei canoni.

Ora queste proposte si concretizzeranno in un ordine del giorno che verrà sottoposto al vaglio del consiglio comunale. Ecco cosa ha dichiarato Cirillo:

“I proprietari dei locali sono pronti e disponibili a dare il proprio contributo per incentivare l’uscita dalla crisi, partendo dal presupposto che in una città come Pescara non esistono affitti stratosferici: forse alcune grandi catene pagheranno per locali enormi, situati nella zona più centrale come corso Umberto, o nel primo tratto di via Nicola Fabrizi, compresa tra via Roma e via Piave, locazioni di 8-10mila euro al mese. Per tutto il resto della città gli affitti si aggirano sui 1.000-1.500 euro al mese di media”.

Cirillo, poi, ha aggiunto:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La verità è che oggi è interesse di tutti che quelle locazioni vengano pagate: è interesse del commerciante per beneficare del credito d’imposta del Cura-Italia, come sta suggerendo la stessa Confcommercio, è interesse ovvio dei proprietari immobiliari, ma anche dello Stato, che altrimenti vedrebbe svuotarsi anche le proprie casse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Pochi minuti e il cielo diventa scuro sopra Pescara, e viene giù il temporale [FOTO-VIDEO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento