rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Coronavirus, pesca: Testa incontra la categoria per affrontare la crisi del settore

Ecco le richieste che l’associazione Armatori di Pescara intende avanzare al Governo nazionale, che il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale ha raccolto e di cui si fa portavoce

Coronavirus, pesca: Guerino Testa incontra la categoria per affrontare la crisi del settore. Ecco le richieste che l’associazione Armatori di Pescara intende avanzare al Governo nazionale, che il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale ha raccolto e di cui si fa portavoce:

  • ottenere i pagamenti relativi ai fermi biologici per il 2018 e il 2019
  • ottenere un’anticipazione del fermo 2020
  • poter pescare ad agosto e settembre, nel rispetto del ciclo biologico della fauna marittima

“È un grande grido d’allarme quello della categoria del settore pesca - dichiara Testa - pesantemente colpito dalle disposizioni ministeriali sull’emergenza sanitaria covid-19. Sulla carta i pescherecci potrebbero uscire in mare, ma di fatto l’attività è paralizzata dall’azzeramento della domanda di pesce fresco da parte di ristoranti, mense scolastiche e mercati ittici chiusi, e dal repentino cambio delle abitudini alimentari delle famiglie con anche il paradosso di favorire le importazioni dall’estero e la perdita di nuove quote di mercato”.

Oggi stesso Testa ha sottoposto la problematica al deputato di Fdi Luca De Carlo, membro della VIII Commissione “Ambiente e territorio”, per riuscire a trovare la più celere e adeguata soluzione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, pesca: Testa incontra la categoria per affrontare la crisi del settore

IlPescara è in caricamento