Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus, conto corrente del Comune per le donazioni: l'annuncio del sindaco Masci

Il sindaco Carlo Masci da un lato ringrazia tutti coloro che si stanno adoperando nell'affrontare questa emergenza e dall'altro annuncia l'attivazione del conto corrente comunale per far confluire le offerte

 

Con un video condiviso sulla pagina Facebook del Comune di Pescara, il sindaco Carlo Masci da un lato ringrazia tutti coloro che si stanno adoperando nell'affrontare questa emergenza e dall'altro annuncia l'attivazione del conto corrente comunale per far confluire le offerte.

Questo quanto scritto dal primo cittadino nell'accompagnare il video:

"Care amiche e amici, cari pescaresi tutti, in questi giorni che pensiamo molto a noi stessi per evitare il contagio ho avuto diverse conferme che ci sono tanti nostri concittadini che pensano anche agli altri. Non sono solamente i medici e gli infermieri in prima linea in ospedale; i farmacisti impegnati nel fronteggiare le richieste dei pazienti; Coloro che lavorano nei negozi che ci assicurano i beni di prima necessità; i postini che ci recapitano corrispondenza e pacchi; le forze dell’ordine che presidiano il territorio; i pescaresi che vivono quotidianamente nelle proprie case la rinuncia responsabile a uscire. Ci sono altri pescaresi che vogliono fare di più, con un senso di altruismo che fa onore a questa città e a questa comunità. Mi sono pervenute infatti numerose richieste per poter effettuare donazioni da destinare all’acquisto di materiale sanitario necessario in questi giorni di emergenza continua. Un benefattore della nostra città ha già offerto diecimila euro.
Per coordinare questo flusso di generosità ho messo a disposizione il conto corrente del Comune (IBAN: IT11Q0542404297000050000340 - CAUSALE “EMERGENZA CORONAVIRUS”), per convogliare questo sentimento, a cui ciascuno di noi potrà dare corpo e sostanza attraverso il versamento di un bonifico con la causale “Emergenza Coronavirus”. Potrete partecipare a questa grande missione anche con una piccola somma di pochi euro, perché la solidarietà vera si misura persino con i piccoli gesti. Noi tutti siamo chiamati a fare la nostra parte, e anch’io la farò e sarò tra i primi insieme agli assessori e ai consiglieri che vorranno seguirmi, non per dare l’esempio ma perché ritengo che questo sia un preciso dovere verso chi è più sfortunato di noi. Dimostriamo con i fatti che nei momenti di maggiore difficoltà emerge il meglio della nostra comunità, con quelle stesse qualità che io riscontro nel lavoro instancabile di chi ogni giorno cerca di garantirci un minimo di normalità in tempi che non sono affatto normali. Facciamo vedere a tutti quanto è grande il cuore di noi pescaresi. Insieme ce la faremo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPescara è in caricamento