rotate-mobile
Politica Farindola

Il cordoglio della politica per i sei anni dalla tragedia di Rigopiano

La consigliera regionale Marcozzi ha annunciato che depositerà “una richiesta di accesso agli atti alla protezione civile per capire quanti Comuni siano dotati di un piano di emergenza aggiornato"

Nel sesto anniversario della tragedia di Rigopiano sono tanti gli interventi dal mondo della politica per commemorare le 29 vittime. Il deputato di Fratelli d'Italia Guerino Testa, parlando nell’Aula della Camera, ha detto: “Oggi è un giorno molto triste e doloroso per l'Abruzzo. Questa tragedia immane ha lasciato un segno molto profondo nella storia della nostra Regione ed in quella del Paese intero, insegnandoci che dobbiamo mettere in atto tutte le strategie di prevenzione e le azioni necessarie per scongiurare che avvengano ancora sciagure di questa portata. La giustizia sta facendo il suo corso e auspico che si arrivi in tempi brevi a chiarire una vicenda il cui ricordo sarà sempre vivo nelle menti e nei cuori, non solo degli abruzzesi, ma di tutti noi”. 

La consigliera regionale Sara Marcozzi ha invece annunciato che depositerà “una richiesta di accesso agli atti alla protezione civile per avere la fotografia della situazione attuale, capire quanti Comuni siano dotati di un piano di emergenza aggiornato e, se necessario, fornire l'assistenza necessaria ai Comuni che lo richiedessero. La sicurezza del nostro territorio e dei cittadini deve rimanere in cima alle priorità dell'agenda politica. Dobbiamo lavorare, nel solco della collaborazione tra istituzioni, affinché ogni strumento a disposizione delle amministrazioni sia sfruttato nel migliore dei modi”.

Michele Fina e Nicola Maiale, segretari rispettivamente del Pd Abruzzo e del Pd della provincia di Pescara, dichiarano invece quanto segue: “Nel giorno del sesto anniversario della tragedia di Rigopiano, esprimiamo ai familiari delle vittime la vicinanza della comunità del Partito Democratico. In una fase così delicata e decisiva della vicenda processuale, l’auspicio è che l’accertamento della verità e delle responsabilità giunga nel tempo più breve possibile. L’impegno nostro, di amministratori e rappresentanti istituzionali, è che quanto accaduto a Rigopiano rimanga sempre un monito sull’assoluta importanza della prevenzione e della sicurezza del territorio, esigenze che a tutti i livelli dobbiamo considerare prioritarie”.

Infine il sindaco di Penne, Gilberto Petrucci: “La tragedia di Rigopiano, per la comunità di Penne, rimarrà una ferita profonda. Una ferita che difficilmente sarà rimarginata. Da quel giorno, per tutti noi, la sciagura di Rigopiano ha cambiato la storia del nostro territorio. La giustizia sta facendo il suo corso ed auspico che si arrivi in tempi brevi alla verità. In questo momento sono vicino, anche a nome dell’amministrazione comunale, alle famiglie delle vittime e ai superstiti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio della politica per i sei anni dalla tragedia di Rigopiano

IlPescara è in caricamento