Politica

Approvato dal consiglio comunale l'odg per far gestire le Naiadi al Comune. Masci: "Subito la riapertura"

L'obiettivo è ottenere la gestione temporanea dell'impianto per arrivare ad una riapertura in tempi brevissimi

Approvato all'unanimità dal consiglio comunale di Pescara, riunito in videoconferenza, l'ordine del giorno che chiede al sindaco e alla giunta di attivarsi per chiedere alla Regione di prendere in gestione l'impianto sportivo Le Naiadi. L'obiettivo è riuscire ad avere la possibilità di riaprire la struttura in tempi brevi, con il Comune che andrebbe ad impiegare la società pubblica "Pescara multiservice" al massimo per un biennio o comunque fino a quando non ci sarà l'aggiudicazione del bando per il project finanzing. In questo modo andrebbero ad essere preservati i posti di lavoro fornendo nuovamente agli utenti la disponibilità delle piscine e la ripresa della attività sportive a tutti i livelli. Ai lavori erano presenti il presidente del consiglio regionale Sospiri e l'assessore regionale Liris.

Il sindaco Masci:

"Ogni ragionamento non può prescindere dall’immediata riapertura degli impianti. È una gestione complessa quella de Le Naiadi, ma non possiamo non scendere in campo per collaborare con la Regione.

Ci poniamo con umiltà ma anche con concretezza per parlare della gestione subito, a beneficio delle società sportive e dei cittadini, ma anche della proprietà al Comune di Pescara, perché sono convinto che con la Regione l’obiettivo è quello di marciare insieme verso una soluzione condivisa. In questo senso siamo disponibili e pronti a recepire qualsiasi contributo"

Il presidente Antonelli:

"Finalmente l’amministrazione comunale, che non ha mai potuto dire mezza parola sul destino delle Naiadi nonostante queste ricadano sul suo territorio, può recitare un ruolo di proposta e di responsabilità per restituire a questa struttura importante di Pescara una prospettiva positiva dopo anni di disavventure sulle quali vogliamo voltare pagina uscendo da questa ennesima situazione di emergenza.

Con la Regione possiamo certamente collaborare per un’istruttoria congiunta del project financing oggi in fase di valutazione preliminare; ma va messa in preventivo anche la possibilità di predisporre un progetto di legge regionale finalizzato trasferire a titolo definitivo la proprietà del complesso dal patrimonio della Regione a quello del Comune"

Il testo dell'atto d'indirizzo non esclude nemmeno l'utilizzo di fondi pubblici straordinari fra cui il Recovery Plan per migliorare e ampliare l'offerta delle Naiadi sia sportiva, che culturale o sociale.

Durante il Consiglio, al quale hanno preso parte anche i rappresentanti sindacali de dipendenti coinvolti dalla crisi, sono stati ascoltati anche i rappresentanti delle società sportive

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato dal consiglio comunale l'odg per far gestire le Naiadi al Comune. Masci: "Subito la riapertura"

IlPescara è in caricamento