Arriva in consiglio comunale la delibera sull'istituzione delle "ecofeste" a Pescara

Lo ha fatto sapere il presidente della commissione ambiente Petrelli. Previsti incentivi ed agevolazioni per chi organizza feste "plastic free"

Passa l'esame della commissione ambiente la delibera relativa all'istituzione delle ecofeste a Pescara, ed ora sarà discussa per l'approvazione definitiva in consiglio comunale lunedì 18 gennaio. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione ambiente Petrelli, al termine della seduta odierna che ha discusso della mozione presentata dai consiglieri del M5s, e che punta a dare ad associazioni che organizzano eventi "plastic free" delle agevolazioni in termini di tasse di occupazione del suolo pubblico (Cosap) fino a 5000 euro.

Petrelli ricorda che la delibera era già arrivata in consiglio, ma è stata ritirata per avviare una nuova e seria valutazione del documento come forza di maggioranza, individuando elementi di condivisione e rivisitazione:

D’altro canto la stessa giunta comunale, con l’assessore Del Trecco, ha già avviato, sin dal proprio insediamento, delle azioni e degli indirizzi in tal senso per raggiungere, attraverso step progressivi, l’obiettivo del #plasticfree. Ripresa in mano la delibera, abbiamo aperto un tavolo di confronto con il collega Paolo Sola dei 5 Stelle, il consigliere azzurro Alessio Di Pasquale e con il dirigente dell’ufficio ragioneria Andrea Ruggeri, riuscendo a raggiungere il miglior risultato deliberativo possibile e soprattutto condiviso.

In sostanza nella delibera introduciamo in maniera ufficiale il concetto di Ecofesta, ovvero di evento, manifestazione, fiera, sagra in cui sia prevista la somministrazione di cibo e bevande, o comunque ci sia una produzione di rifiuti, e che per tali attività vengano utilizzati materiali, stoviglie, come piatti, bicchieri, posate, compostabili o biodegradabili e, per le bottiglie, vengano usati i ‘vuoti a rendere’.

Le associazioni, aggiunge il presidente, avranno cos' delle agevolazioni sulla tassa di occupazione al suolo pubblico, con un coefficiente di tariffa ridotta a 51 centesimi a metro quadro occupato.  L’agevolazione comunque non potrà mai superare i 500 euro e soprattutto l’associazio ne di turno dovrà anche dimostrare, fatture e ricevute alla mano, la spesa sostenuta entro 20 giorni dalla conclusione dell’evento.

Riteniamo che tale delibera riesca a inviare un messaggio chiaro alla città teso a incentivare la progressiva politica di eliminazione della plastica dalla nostra vita quotidiana, politica già iniziata con la giunta Masci, ricorrendo a una premialità che vuole rappresentare non un guadagno, ma uno stimolo
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento