Conte presenta la fase 2: "Ripartenza con cautela dal 4 maggio"

Il presidente del consiglio ha spiegato questa sera come sarà organizzata la fase 2 che scatterà dal prossimo 4 maggio e proseguirà, con un parziale allentamento ma comunque ancora con qualche restrizione, fino al 18 maggio

Giuseppe Conte

Il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, ha spiegato questa sera come sarà organizzata la fase 2 che scatterà dal prossimo 4 maggio e proseguirà, con un parziale allentamento ma comunque ancora con qualche restrizione, fino al 18 maggio:

"Sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi - ha detto - Non bisogna mai avvicinarsi, la distanza di sicurezza deve essere di almeno un metro. Se non rispettiamo le precauzioni la curva risalirà, aumenteranno i morti e avremmo danni irreversibili per la nostra economia. Se ami l'Italia mantieni le distanze".

Una novità importante riguarderà il prezzo delle mascherine chirurgiche, fissato adesso ufficialmente in 50 centesimi l'una.

Vietato uscire dalla regione, sì alle visite ai parenti

Non sarà possibile uscire dalla propria regione tranne che per motivi urgenti, come quelli di lavoro o di salute, ma sarà consentito andare a far visita ai propri parenti:

"È fatto divieto a tutte le persone fisiche - si legge nella bozza del Dpcm che sarà in vigore dal 4 maggio - di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro nel proprio domicilio, abitazione o residenza".

Inoltre chi avrà una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi dovrà obbligatoriamente rimanere a casa.

Ok per parchi pubblici e cerimonie funebri

Relativamente a parchi, ville e giardini pubblici, il premier ha annunciato:

"Consentiamo l'accesso a ville, giardini e parchi pubblici ma nel rispetto delle distanze e delle prescrizioni di sicurezza ove questo sarà possibile, altrimenti tali aree dovranno rimanere chiuse al pubblico".

Novità anche per le cerimonie funebri, che dal 4 maggio potranno tornare a svolgersi fino ad un massimo di 15 persone per famiglia indossando comunque le mascherine e mantenendo le distanze di sicurezza. Per il momento, oltre ai funerali, non è prevista la ripresa di nessun'altra funzione religiosa.

Riapre la ristorazione (solo asporto) e torna l'attività motoria

Sempre dal 4 maggio sì alla ristorazione con asporto. Si entrerà uno alla volta e il cibo dovrà essere consumato a casa o in ufficio, ma non davanti al ristorante stesso. Anche in questo caso, infatti, l'obiettivo sarà quello di evitare ogni forma di assembramento.

Dal 4 maggio sì anche agli allenamenti individuali, ma senza assembramenti e a porte chiuse. L'attività motoria sarà consentita mantenendo la distanza di 1 metro, mentre per l'attività sportiva la distanza diventerà di 2 metri. Ancora dal 4 maggio ripartiranno i cantieri, la manifattura, il settore delle costruzioni e il commercio all'ingrosso.

Cosa succede dal 18 maggio in poi

Dal 18 maggio è prevista altresì la riapertura del commercio al dettaglio, oltre a musei, mostre e biblioteche. Riprendono, inoltre, gli allenamenti di squadra (calcio e affini).

Dal 1° giugno, invece, dovrebbero tornare operativi bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici. Conte ha detto che si stanno studiando tutte le misure possibili per cercare di salvare la stagione estiva, a cominciare dagli stabilimenti balneari, in quanto il governo "penserà anche agli operatori turistici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I criteri per raggiungere una fase 3? Per i contagi zero dovremmo aspettare una terapia o vaccino, quindi diventa difficile prevedere l'evoluzione scientifica - ha affermato Conte - Non so dirlo, per ora possiamo dire che dobbiamo programmare un progressivo rallentamento del lockdown. La convivenza con il virus dipende anche da un'evoluzione scientifica che al momento non può esprimersi, se non in maniera generica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Pochi minuti e il cielo diventa scuro sopra Pescara, e viene giù il temporale [FOTO-VIDEO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento