Politica

Comune, l'Udc lascia la maggioranza: Mascia senza i numeri per governare?

Sono ore difficili, forse le più critiche dall'inizio del mandato nel 2009 per il sindaco Mascia. L'Udc infatti oggi ha formalizzato la propria uscita dalla maggioranza. Niente più appoggio dai consiglieri di Casini

Ore difficili, probabilmente cruciali, per la Giunta Mascia e per il destino dell'amministrazione comunale di centrodestra.

Durante il consiglio comunale di oggi, infatti, i consigliere dell'Udc hanno abbandonato l'aula e consegnato la lettera che formalizza l'uscita del partito di Casini dalla maggioranza.

Pomo della discordia l'assessore Serraiocco, entrato in Giunta con l'Udc, che però non rappresenta più il partito in quanto, dopo la vicenda dell'indagine a suo carico per una presunta truffa (poi archiviata), fu sospeso dal partito.

L'Udc nelle ultime settimane aveva più volte minacciato di rivedere la propria posizione all'interno della maggioranza. Fino ad ora però il partito aveva sempre garantito la propria fedeltà al sindaco.

Ora dunque sarà fondamentale capire se Mascia sostituirà Serraiocco con un altro assessore gradito dall'Udc o se la rottura sarà definitiva.

Pignoli, di FLI, ha già annunciato una mozione di sfiducia per il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, l'Udc lascia la maggioranza: Mascia senza i numeri per governare?

IlPescara è in caricamento